Connect
To Top

Kawasaki VN1700 Voyager Custom ABS MY 2011: stile bagger per viaggiatori esigenti


(articolo di Davide Petrachi)

In un filone classico come quello custom in cui, visti gli anni di servizio, è sempre più difficile proporre qualcosa di nuovo, in casa Kawasaki provano a dare una fresca ventata di rinnovamento con la nuova creatura a V di 1700cc. Lo stile, inutile nascondersi, è molto “american” ma l’imput della nuova moto di Akashi è mostrare i muscoli, sembrare cattiva a chi la guarda. Primo tassello per incutere timore, il nero. Tutto è scuro sulla VN 1700 Voyager Custom. Le forme, sinuose e muscolose al tempo stesso, si fondono e si armonizzano spezzate dalle poche, e ben studiate, cromature strategiche. Giusto per dare un tocco old fashion a tanta “prepotenza fisica” ostentata senza troppi complimenti. Insomma una sorta di body builder in smoking.

Motore classicissimo a V, indirizzo cruiser, confort e gadget importanti, si fondono per offrire il tipico mezzo da viaggio in relax che identifica il motociclista che sceglie questa categoria. Lo stile bagger, questo il nome del filone nel quale rientra la bicilindrica Kawasaki, richiede sella bassa e parafanghi sinuosi oltre ad una cura certosina nelle rifiniture. E ad Akashi non si sono certo risparmiati, con una raffinatezza costruttiva di alto livello produttivo.

Consuetudine sempre più diffusa oramai, fondere classico e moderno. Ecco allora che sulla 1700 troviamo sprazi di tecnologia nel faro a led posteriore, nel cruscotto con display multifunzione con relativa radio abbinata, nei doppi ammortizzatori ad aria posteriori regolabili (in grado di assicurare una sensazione di guida altamente confortevole) e nello speciale trattamento NC per le alette dei cilindri che permettono agli stessi di luccicare al sole. Altri elementi altamente tecnologici in dote alla bagger nipponica, il sistema combinato con ABS dell’impianto frenante (componente questo spesso trascurato su queste realizzazioni), l’acceleratore di tipo elettronico, il cruise control di serie e, addirittura, l’uscita per la connessione dell’iPod. In altre parole, tantissimo hitech “inscatolato” in altrettanta tradizione.

Tradizione che abbonda nella propulsione che, come si accennava in apertura, sfoggia un sontuoso bicilindrico a V di ben 1700cc (a garanzia di una possente coppia sin dai regimi più bassi) al quale si abbina una trasmissione a cinghia (rinforzata in carbonio anziché in kevlar) in grado di assicurare una risposta morbida e estremamente silenziosa. La “voce” di questa VN1700 sgorga dall’impianto di scarico basso e raccordato sotto le due belle e formose borse in stile minimal. Tradizione, però, non è sinonimo di prestazioni poco coinvolgenti: il propulsore  fornisce gustose performance alla cruiser Kawasaki. Importanti le caratteristiche di accelerazione tra gli 80 e i 113 km/h. Persino in overdrive, il motore tira con forza, facilitando i sorpassi a velocità autostradali.

Anche il telaio beneficia del know-how della Kawasaki Heavy Industries. Il must del progetto prevedeva, sin dal principio, grande leggerezza in grado di garantire un’elevata maneggevolezza.  A contribuire al cocktail di handling e stabilità, la scelta dell’attacco diretto su telaio del cupolino che, oltre che non gravare sull’anteriore, aiuta il pilota evitando che il vento vada ad infastidirne l’azione di guida sulle lunghe percorrenze.  

Infine, diamo uno sguardo ai punti fondamentali per una moto che aspira a conquistare un pubblico votato al Touring “con stile”: autonomia e bellezza estetica. La prima garantita da un serbatoio di ben 20 litri capace di permettere percorrenze chilometriche elevate; la seconda con una serie di opzioni davvero attente e particolari, come la possibilità di rimuovere la chiave dal blocchetto anche in posizione ON con moto avviata, il tutto per non graffiare la splendida cornice del cruscotto. Piccole “preziosità” che per chi acquista una bagger  non passeranno certo inosservate. Scoprite QUI la ricca Gallery fotografica della Kawasaki VN1700 Voyager Custom ABS MY 2011


1 Comment

  1. Pingback: Video e approfondimento Kawasaki VN 1700 Voyager Custom 2011: a caccia di nuovi pianeti | Pianeta Riders

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in custom