Connect
To Top

Indian Scout 2015: conto alla rovescia per la presentazione europea della “piccola” marcata Indian Motorcycles

Il gruppo americano Polaris prosegue col rilancio dello storico marchio Indian Motorcycles e, dopo la prima presentazione al motoraduno di Sturgis, ad agosto, si appresta ad attirare l’attenzione del mondo custom europeo all’Intermot di Colonia con la nuova Indian Scout.

[divider]

2015-indian-scout-motorcycle

La Scout riporta sul mercato il nome di uno tra i modelli di maggior successo della casa di Springfield e rappresenterà il modello “entry level” del marchio; sia per il prezzo contenuto, negli States è commercializzata a 10.999 dollari, sia per l’aspetto più “minimal” e leggero rispetto ai bisontici “Chief”, Scout si propone in diretta concorrenza con i modelli della famiglia Sportster HD ed è rivolto ad un mercato di motociclisti più giovani.

Partendo proprio dall’aspetto estetico, la Scout si presenta come un bobber moderno ma con una forte impronta vintage. Il serbatoio dalle forme allungate richiama la linea curva dei parafango e allo stesso tempo mette in risalto il fregio Indian Scout posto in risalto su uno squadrato scalino dal richiamo molto contemporaneo. Sella singola e doppio scarico parallelo fanno tuttavia tornare subito il gusto delle moto di inizio secolo scorso. Sarà forse il gioco dei contrasti ad incuriosirci sulla Scout?

Le soluzioni moderne per la tipologia di moto custom si mostrano anche nel comparto squisitamente tecnico. Il motore è un bicilindrico a V di 60° raffreddato a liquido di 69 pollici cubici (1.133 c.c.) capace di una potenza di 101.4 cv e una coppia massima di circa 98Nm a 5.900 giri. Distribuzione a doppio albero a camme, trasmissione finale a cinghia e cambio a sei rapporti. L’impianto frenante è composto da due freni a disco (uno anteriore e uno posteriore) da  298 mm assistiti da abs che sarà di serie per il mercato europeo.

2015-Scout-Sturgis-10

Nonostante i 244 kg, l’assetto della ciclistica – cerchi da 16 pollici, forcella da 41 mm e 120 mm di escursione, ammortizzatori posteriori da 76mm di escursione e forcellone in alluminio (come l’intero telaio) – dovrebbe garantire una certa maneggevolezza nella guida.

Quattro i colori a disposizione: thunder black (nero lucido), Red (c’è bisogno di tradurlo?), Silver smoke (argento opaco) e Thunder black smoke (anche questo non ve lo traduco!!). Speriamo dopo l’evento di Colonia di poterli vedere anche in Italia anche perché la distribuzione sul territorio nazionale di Indian non è ancora ben definita. Dal sito ufficiale gli unici dealer sono a Silvi Marina (TE) e a Martinengo (BG).

Ad ogni modo, dopo averla intravista al Faaker See in Austria in attesa della presentazione ufficiale all’Intramot, agli appassionati italiani non resta che affollare lo stand Indian Motorcycles dell’ Eicma per soddisfare tutta la propria curiosità su questo “anti-sportster”.

2015-Indian-Scout-tankengine


Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in custom