Connect
To Top

Arai ribatte ai test di Altroconsumo: possibile azione legale all’orizzonte

Che i recenti risultati dei test condotti da Altroconsumo su alcuni caschi moto avrebbero creato scompiglio c’era da aspettarselo. Tra i prodotti “incriminati” aveva colpito soprattutto la presenza del modello Arai Axces, integrale “Entry Level” della Casa giapponese dal prezzo non proprio contenuto (circa 390 Euro).

Il danno di immagine, in questi casi, può avere effetti devastanti, e la risposta da parte di Arai non ha tardato a giungere. Di seguito, il lungo comunicato stampa della casa giapponese in merito a questa faccenda.

[box_dark]

Con grande disappunto ci siamo imbattuti nei risultati pubblicati lo scorso 28 Febbraio 2012 da Altroconsumo riguardo al modello Arai Axces.

Dai risultati del test forniti da Altroconsumo abbiamo potuto identificare il lotto di produzione dei caschi oggetto della prova, tracciando il numero seriale dei prodotti. Nel mese di agosto 2011, l’istituto di prova accreditato che ha garantito l’omologazione ECE R22-05 del modello Arai Axces (TNO Automotive) ha condotto prove su campioni random di caschi Arai Axces facenti parte di questo stesso lotto. Tutti i caschi provenienti dal lotto hanno dimostrato di rispondere appieno ai requisiti richiesti senza riserva alcuna. Da ciò evinciamo che il modello Arai Axces soddisfa i requisiti di sicurezza definiti dalla normativa ECE R22-05.

Oltre a quanto sopra, non siamo fino a questo momento nella posizione di poter fare alcuna affermazione contro i risultati del test pubblicato da Altroconsumo, in quanto non sappiamo quale laboratorio abbia condotto tali test per conto di Altroconsumo. Intendiamo comunque sottolineare che:

Il modello Arai Axces, in aggiunta ai requisiti previsti dalla ECE R22-05, è progettato per soddisfare i seguenti requisiti interni:

  1. Test di Penetrazione effettuato con un cuneo del peso di 3 kg da un’altezza di 3 metri – dove il cuneo non deve entrare in contatto con la falsa testa.
  2. Test d’Impatto contro una incudine metallica emisferica di 48 mm – dove il picco di accelerazione non deve superare i 275 G

Il modello Axces è progettato per rispondere ai requisiti sopra menzionati in qualsiasi punto della calotta sopra una specifica linea di test, come indicata dalla normativa Snell, al fine di offrire una protezione superiore alla persona che lo indossa.

A seguito dei punti di cui sopra, si può dichiarare che l’Arai Axces può essere ritenuto a tutti gli effetti un casco che offre una protezione superiore.

In ogni caso, riconosciamo ufficialmente che i risultati pubblicati da Altroconsumo rappresentano un episodio negativo contro questo modello. Di conseguenza decideremo quale tipo di azione sarà più appropriato intraprendere. Faremo un annuncio pubblico non appena giungeremo a una decisione al riguardo. Nel frattempo confermiamo esplicitamente che il modello Arai Axces offre a chi lo indossa un livello di protezione superiore.

[/box_dark]


7 Comments

  1. Stefano Circhetta via Facebook

    2012/03/02 at 6:53 PM

    … migliorare il modello no?…

  2. Pianeta Riders via Facebook

    2012/03/02 at 6:56 PM

    Stefano, secondo Arai il modello va bene e avrebbe superato test ben oltre quelli richiesti per l’omologazione. E’ tutto nel comunicato stampa!

  3. Stefano Circhetta via Facebook

    2012/03/02 at 7:05 PM

    Francamente, allora il problema potrebbe essere la mancanza di coordinazione tra ciò che è sicuro per Arai e cosa lo è per Altroconsumo. Trattandosi di questioni che riguardano la sicurezza delle nostre teste, a me piacerebbe che, quanto meno, si mettessero d’accordo e stabilissero dei criteri unitari una volta per tutte per tranquillizzare le nostre “capocce” (ma anche il resto) … naturalmente, da un prodotto che costa molto ci si aspetta molto … anche che superi i test altrui (considerato che, a detta di Arai, i suoi caschi subiscono i test più severi del mercato).

  4. Pianeta Riders via Facebook

    2012/03/02 at 7:35 PM

    il tuo discorso è assolutamente sensato.
    L’ideale sarebbe che le due parti affossassero la querelle, placassero le polemiche, e procedessero insieme a test congiunti, seri e insindacabili, con metodiche condivise!

  5. Stefano Circhetta via Facebook

    2012/03/02 at 8:16 PM

    Esatto, così magari potremmo conoscere se l’efficacia di un prodotto è adeguata al prezzo anche al di la del discorso “grafiche” … altro fattore che incide non poco. Ora come ora io spendo i soldi per prodotti di marca (caschi, calzature ecc…) ma non ho la sicurezza assoluta che questi siano più efficaci di prodotti di minor prezzo … ci vorrebbero test standardizzati per adeguare i prezzi ed eliminare l’eventuale immondizia pericolosa di qualsiasi marca.

  6. Stefano Circhetta via Facebook

    2012/03/02 at 8:16 PM

    Esatto, così magari potremmo conoscere se l’efficacia di un prodotto è adeguata al prezzo anche al di la del discorso “grafiche” … altro fattore che incide non poco. Ora come ora io spendo i soldi per prodotti di marca (caschi, calzature ecc…) ma non ho la sicurezza assoluta che questi siano più efficaci di prodotti di minor prezzo … ci vorrebbero test standardizzati per adeguare i prezzi ed eliminare l’eventuale immondizia pericolosa di qualsiasi marca.

  7. Pingback: Anche Shark ribatte ai test di Altroconsumo: "Vision-R garantisce un eccellente livello di sicurezza". La polemica si infiamma | Pianeta Riders

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in Abbigliamento, ricambi e accessori