Connect
To Top

Aprilia Caponord 2013: prima immagine e dati tecnici ufficiali

Dopo anni di silenzio, torna a rombare la Maxi-Enduro Stradale targata Aprilia. In attesa di scoprirla nel dettaglio a EICMA, ecco la prima immagine e i primi dati ufficiali della Caponord 1200.

Il motore c’era, la voglia di tornare alle Maxi-Enduro da viaggio anche. Aprilia rispolvera la “vecchia” sigla Caponord per dar vita ad una moderna all-arounder dedicata a tutti i cacciatori di orizzonti.
Al bicilindrico della Dorsoduro 1200 il compito di animare le intenzioni di questo nuovo mezzo pronto alla battaglia nel competitivo segmento delle Maxi-Enduro/CrossOver di grossa cilindrata.

Motore, elettronica e ciclistica

Apprezzatissimo per potenza e gestibilità, il bicilindrico a V da 1.197 cm3 dovrebbe mantenere gran parte delle doti di erogazione dell’unità che spinge la Dorsoduro, al netto delle opportune modifiche nella curva di coppia e potenza, per meglio adattarsi all’indole da “passista” della Caponord: verve ai bassi e regolarità agli alti regimi, supportati da 120/130 cavalli, quel che è lecito aspettarsi (per maggiori certezze occorrerà attendere i primi giorni della prossima settimana).

Sul fronte ciclistico troviamo un robusto telaio a traliccio in tubi d’acciaio con piastre in alluminio mentre, a sostenere l’azione di guida,  ci pensa una forcella con steli da 43mm, dotata di escursione e caratteristiche tali da ben adattarsi alla guida su strada e al fuoristrada leggero. L’impianto frenante, targato Brembo, si avvale di robuste pinze monoblocco che “mordono” dischi da 320mm.

Non poteva mancare, su un mezzo di questo genere, una dotazione elettronica di prim’ordinesospensioni semiattive col sistema ADD (Aprilia Dynamic Damping), Ride By Wire di serie con 3 mappature, cruise control, controllo di trazione e ABS a due canali, le chicche “a bordo” che vi sveleremo nel dettaglio più avanti nei prossimi giorni.

Più “carina” del previsto

in tutta sincerità, dopo le prime immagini circolate in rete tempo fa, rincuora che la versione definitiva della Caponord abbia fatto tesoro del coro di critiche sollevatosi tra i tanti appassionati in attesa del suo ritorno. Il family feeling con gli altri modelli Aprilia appare forte e immediato, con linee ben “studiate” e volumi equilibrati che rimandano un’immagine dinamica e solida, senza quel senso di pesantezza iniziale che affliggeva la parte anteriore della moto. Un buon lavoro di “cesello” dei designer di Noale, per un mezzo che si propone come valida alternativa in listino alle “solite” Maxi-Enduro, per chi ha voglia di macinare tanta strada… e non necessariamente su asfalto! 


4 Comments

  1. Ricky Jake Cappelletti via Facebook

    2012/11/09 at 12:40 PM

    molto molto bella direi!! però aspetto di vederla bene da vicino in fiera!! 😉

  2. Fabrizio Risso via Facebook

    2012/11/09 at 4:26 PM

    l’ennesima moto-clone per tasche piene!

  3. Pingback: Aprilia Caponord 1200 | Motospasso

  4. Max

    2013/02/14 at 5:25 PM

    Bella, ma….. non lascerei mai la mia “vecchia capo abs”. Non credo riusciranno mai più a creare un telaio simile, la guidi con il “sedere”, è una moto che senti assolutamente sotto di te. Ho fatto 70.000 km e conto di farne ancora. Viaggiando spesso con passeggero, noto già che per le lunghe percorrenze la sella è certamente più scomoda, anche se sulla vecchia è talmente comoda che il passeggero rischia di addormentarsi nei lunghi viaggi. Non credo che i cavalli in più servano molto, così come tutta l’elettronica che può solo creare ulteriori problemi di manutenzione con costi aggiuntivi. Per concludere: viva la vecchia CAPO!!!!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in anticipazioni