Connect
To Top

Una Adventure-bike per meno di 3.000 dollari (negli USA): ci sarà da fidarsi?

CSC Motorcycles è pronta al lancio di una moto all-terrain da 250 cm3 ad un prezzo inferiore ai 3.000 dollari (2.300 euro circa).

[divider]

E a questo punto vi starete dicendo: si va be’, ma come minimo è fatta in Cina.
Ed infatti è proprio così. Abbiamo deciso, però, di non farci condizionare dai preconcetti e di parlarvi comunque di questa novità, firmata CSC Motorcycle, attualmente in fase di omologazione presso i competenti uffici americani e pronta all’esordio sul mercato (già durante l’autunno).

Si chiama CSC RX-3 Cyclone, ed è una moto “avventurosa” da 250cc che verrà venduta inizialmente al prezzo di lancio di 2.835 dollari (2.200 euro circa), per poi assestarsi sui 3.495 dollari. Vediamo un po’ di numeri. Il costruttore – sul proprio sito – dichiara 25 Cv, un peso di 175 Kg (non è chiaro se a secco o in ordine di marcia) e una velocità massima di 136 Km/h. Numeri che – tutto sommato – sono accomunabili a una moderna “piccola cilindrata”, abbastanza leggera per esser gestita con facilità da un neofita in off-road… quindi che va il giusto e facile da usare.

CSC_2

A questo prezzo, quindi, sembrerebbe una benedizione per tutti gli aspiranti giovani AdventuRiders, desiderosi di farsi le ossa in attesa del “grande salto” verso più blasonati (ed impegnativi) modelli.

Ma ci sarà da fidarsi? I produttori di motoveicoli cinesi non sono certo noti per l’affidabilità dei propri mezzi e per la qualità della componentistica utilizzata. Se poi si aggiunge che, negli USA, la CSC RX-3 Cyclone arriverà con un solo anno di garanzia al seguito…  
Ad ognuno le proprie valutazioni.

CSC_3


via| RideAPart

7 Comments

  1. Daniele Sala

    2014/09/22 at 9:02 AM

    Meglio spendere 2300 per un transalp, dominator e compagnia bella! O se proprio si vuole una cilindrata piccola un dr o tt..

  2. Riccardo Chicco Rigamonti

    2014/09/22 at 9:33 AM

    Per spingerla salita e non aver piú freni dopo 6 tornanti conviene prendersi una bicicletta…

  3. Simone

    2014/09/22 at 11:36 AM

    somiglia alla bella M1nsk TRX 300

    http://www.minsk-moto.com/en/enduro/trx-300i.html

    posseggo un GS 650 del 2001 ma se questa M1nsk arrivasse ci fare un pensierino… e non è cinese.

  4. Diego D'Andrea

    2014/09/22 at 11:45 AM

    vero Simone, cupolino e pochi particolari a parte le somiglianze estetiche sono notevoli

    Della TRX 300 (di produzione russa) ne avevamo parlato qui

    http://www.pianetariders.it/news/cose-oltreconfine-minsk-trx300i-adventure-bike-da-250cc/37956#prettyPhoto

  5. Alex Copelli

    2014/09/23 at 9:53 AM

    Simone e Diego. Sono la stessa moto. Non vorrete davvero pensare che due moto cosi’ identiche siano prodotte in paesi diversi da aziende diverse. La Minsk e la CSC sono entrambe Zongshen RX3 “rebranded”. Sbaglio?

  6. Simone

    2014/09/23 at 12:11 PM

    Non so Alex, sono davvero molto simili ma a memoria le M1nsk sono prodotte in loco, non in cina, per cui parleremmo di una produzione esteuropea ma magari mi sbaglio. Sta di fatto che è una moto che secondo me in America, tutta stradoni e ampi spazi, non so quanto possa attecchire mentre da noi, con il traffico, le stradine eccetera potrebbe vendere se solo qualcuno la importasse. Se vado all’Eicma cerco lo stand, a me non dispiace e il prezzo è allettante.

  7. Alex Copelli

    2014/09/23 at 12:17 PM

    Della Zongshen RX3 si hanno gia’ notizie di persone che, in Cina, ci hanno percorso 25k chilometri senza problemi gravi.
    http://www.mychinamoto.com/forums/showthread.php?6634-Zongshen-RX3-report
    Io personalmente penso che per fare turismo senza fronzoli, una 250cc low cost sia una seria alternativa. Certo pero’ che quando incontrerai la strada divertente “da pieghe”, rimpiangerai do non aver tra le gambe una turistica da 120 hp.
    Saluti,
    Alex

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in News