Connect
To Top

A rischio di chiusura la storica Marzocchi

Più che un rischio, quasi una certezza, vista la decisione della proprietà americana Tenneco di lasciare Zola Pedrosa, storica sede Marzocchi dal 1949. In pratica, manca solo l’ufficialità.
L’azienda, stando così le cose, sarà in grado di garantire la fornitura di forcelle, alle Case che ne fanno uso su moto e scooter (e biciclette), solo fino ad esaurimento delle scorte di magazzino.

La crisi, già nell’aria da diverso tempo, nasce dalla volontà della multinazionale americana di lasciare il settore delle forcelle, dove Marzocchi è da sempre un punto di riferimento per qualità dei prodotti, a causa delle difficoltà che affliggono il mercato delle 2 ruote e che renderebbero poco proficua l’attività di impresa.

Una situazione che si fa davvero drammatica per gli oltre 100 dipendenti della Marzocchi, ai quali, a fine settembre, scadrà la cassa integrazione straordinaria. Un’emergenza che ha spinto la FIOMM a chiedere l’apertura di un tavolo di crisi, per tentare un (assai difficile) salvataggio in extremis.

Teniamo le dita incrociate per i lavoratori!


2 Comments

  1. Mauro Bellucci

    2015/04/21 at 5:40 PM

    Ce stanno mettendo piano piano col culo per terra ed il brutto è che non facciamo nulla per cambiare le cose.
    Solidarietà per i dipendenti

  2. Fil Ronzulli

    2015/04/21 at 5:47 PM

    Politici di merda…se chiude la marzocchi non c’è piú speranza per nessuno

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in News