Connect
To Top

Spiatissime le novità Triumph 2013, che casualità: Trophy e Street Triple le ultime beccate

Stavolta è toccato al magazine spagnolo Motociclismo.es realizzare la consueta “raffica” di foto spia che immortalano le novità Triumph attese per il 2013.

Circostanza, questo proliferare di scatti e foto rubate, che sembrerebbe confermare quanto vi abbiamo già rivelato a proposito di un possibile anticipo sui tempi di uscita dei nuovi modelli, che potrebbero essere presentati prima dei consueti saloni autunnali.

Stavolta, oltre alla pluribeccata Street Triple, è la Gran Turismo Trophy 1200 ad essere stata immortalata in una sequenza che ci consente di apprezzarne interamente la silhouette. Dalle foto della Street, invece, arriva l’ennesima conferma di una moto che poco dovrebbe cambiare rispetto al modello precedente.
Ma analizziamo i due modelli nel dettaglio.

Triumph Trophy 2013

Una volta pronto il bel motorone da 1215cc e 135 Cv che equipaggia la Tiger Explorer, dalle parti di Hinckley non ci hanno pensato due volte a riproporlo in versione GT sulla mangiachilometri Trophy. Dopo l’assalto alla BMW GS, quindi, per Triumph è ora la volta di andare a rompere le uova nel paniere alla flotta “Gran Turismo” bavarese, con la R1200RT nel mirino. Il 3 cilindri dovrebbe essere in grado di garantire alla Trophy tutta la verve prestazionale necessaria a “muovere” con decisione moto di una certa mole, unita ad una piacevole pastosità apprezzabile sui lunghi tragitti.

Per imporsi sulla concorrenza germanica, però, oltre alle doti motoristiche e ad un prezzo di attacco, sarà fondamentale equipaggiare la moto al meglio: non potrà mancare l’lettronica, con ABS e controllo di trazione; ma non potranno mancare neanche accessori come il cupolino regolabile elettricamente, le manopole riscaldate e tutto quanto l’acquirente tipo di certi incrociatori stellari possa desiderare.

Triumph Street Triple 2013

Per quanto riguarda la pepper naked, best seller della Casa Inglese, si attendono più che altro modifiche di dettaglio, dettate sopratutto dalla scelta di portare il terminale di scarico in basso, abbandonando la soluzione sottosella. Questo si traduce essenzialmente in un codino ridisegnato e in un nuovo forcellone.

Oltre alla versione Standard, in arrivo anche una nuova versione “R”, come anticipato dai documenti CARB, equipaggita con soluzioni ciclistiche più raffinate, come un impianto freni radiale, sospensioni high-level e colorazioni differenti.


1 Comment

  1. Sangue di Cornovaglia

    2012/02/24 at 4:04 PM

    delusione per la Street. Bella e brava, ma mi aspettavo di vedere un po’ di coraggio per mandare avanti il progetto. Ade esempio, io stupirei tutti e tornerei al faro tondo, magari reinterpretato con il tipico estro di Hinckley

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in Naked