Connect
To Top

Special: la bellissima Triumph Street Triple Hellfire flat tracker


Prendete una delle più riuscite naked in commercio: ciclistica equilibrata ed efficace, un bel motore tricilindrico che offre il carattere di un “due” ai medio/bassi e la schiena di un “quattro” in allungo, leggerezza e doti dinamiche da autentica fun bike. La Triunph Street Triple 675 (QUI il nostro test), è di quelle moto che ci mettono davvero poco a farsi amare.  Una moto bella da guidare e anche da vedere grazie alla linea inconfondibile. Possibile allora, intervenire su un mezzo così per renderlo ancora più unico e  originale?

La sfida è stata raccolta dal preparatore di una concessionaria tedesca che, grazie ad una serie di interventi ben mirati, è riuscito a realizzare una Street in salsa “Tracker” davvero affascinante. Interventi tutto sommato non invasivi che pur mantenendo lo stile originale della moto gli donano sicuramente qualcosa in più. Una special che potrebbe essere di ispirazione a molti proprietari di Street Triple che avessero voglia di divertirsi a cambiarle pelle. Ma vediamo, nello specifico, quali sono state le modifiche apportate.

Innanzi tutto si è fatto uso di alcune parti “estetiche” in termo-plastica, come ad esempio per il gruppo ottico anteriore che vede sparire il faro doppio originale (un po’ il simbolo della Street) sostituito da un elemento “a scudo” di richiamo immediato al mondo Track. Bellissimo, poi, il cruscotto digitale montato direttamente sul manubrio, mentre i cerchi, strepitosi, sempre da 17, sono a raggi, come si conviene al nuovo stile della moto. Piace anche il bellissimo impianto di scarico basso firmato BOS Performance. È indubbio che questa soluzione (lo scarico basso) giova enormemente alla Street donandole un codino molto più filante dalle linee pulite, oltre a svolgere un buon lavoro in termini di centralizzazione delle masse.

Il preparatore ha lasciato inalterate le doti motoristiche della moto che mantiene belli scalpitanti tutti i suoi 108 cavalli di razza. Da applauso, infine, anche la colorazione bianco/oro, elegante e piacevolmente retrò. La moto può essere acquistata direttamente col Kit di trasformazione istallato presso la concessionaria che l’ha realizzata (QUI l’indirizzo) ad un prezzo complessivo (moto + Kit) di 14.500 euro. Sicuramente una cifra elevata. Ma chi volesse prendere spunto, potrà facilmente reperire sul mercato dell’aftermarket tutto il necessario per trasformare la propria Street con una cifra inferiore. Affidate poi la colorazione ad un buon carrozziere, et voilà, il gioco è fatto.


via| Moto22

4 Comments

  1. Sangue di Cornovaglia

    2010/06/09 at 12:03 PM

    NOTEVOLE!!!

  2. Duca Rosso

    2010/06/09 at 2:36 PM

    concordo, veramente bella

  3. andrea

    2013/01/19 at 3:45 PM

    La strumentazione è uno spettacolo! Dove la trovo?

  4. Ramon

    2018/02/04 at 1:37 PM

    Ciao buon giorno sono Ramon di riva del Garda , volevo sapere se il conta km digitale si può aqquisrare ho si trova in concessionario ??

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in Naked