Connect
To Top

Nell’anno del centenario, Benelli gonfia i muscoli con la TNT R160 2011

Dopo aver passato periodi non certo facili, Benelli vuole tornare sul set da protagonista. Da quando il marchio è passato in mano cinese, il contributo per rilanciare la casa italiana sì è fatto sentire.

Dopo la TNT1130 e TNT899 Century Racer – appositamente realizzate per la ricorrenza del centenario – Benelli è pronta a deliziare gli amanti del tre cilindri Pesarese con la nuovissima TNT R160 2011. Un anno importante, a sottolineare il fatto che, dal 1911, il “marchio del leone” è ancora qui, pronto a realizzare moto di qualità dallo spiccato carattere sportivo.

Benelli ha dunque deciso di ampliare la sua gamma con una nuova “creatura” molto, molto esplosiva. La naked pesarase, tutta dinamite e polvere da sparo, è pronta a far sognare gli appassionati con numeri di tutto rispetto: 157,8 CV (116 kW) a 10200 giri/min ed una coppia motore di 120 Nm (12,2 kgm) a 8400.

Il motore è un’ unità di 1130 cc (ovviamente fedele allo schema a tre cilindri in linea come da tradizione Benelli) 4 valvole, con alesaggio di 88 mm e corsa di 62; in questa configurazione vanta un rapporto di compressione di 12,5:1. Il cambio, a 6 rapporti con trasmissione finale a catena e frizione antisaltellamento, palesa un carattere prettamente corsaiolo per questa moto.

Ma a cosa servirebbe avere tra le gambe tutta questa cavalleria detonante senza un’adeguata dotazione ciclistica in grado di controllarne la potenza?

Da questo punto di vista, Benelli ci ha sempre abituati bene. Il telaio è un mix di traliccio in tubi di acciaio e robuste piastre in alluminio nella zona di fulcro del forcellone, ispirato alla massima leggerezza e a un design unico e inconfondibile.

L’unità ammortizzante è di quelle che solo un certo rango di moto può permettersi. All’anteriore la fa da padrona l’immensa forcella Marzocchi a steli rovesciati da 50 mm (pluriregolabile), mentre al posteriore, il mono-ammortizzatore ZF Sachs (anch’esso regolabile nel precarico della molla, nell’idraulica, in compressione e in estensione) è collegato a leveraggi progressivi che ne aumentano efficacia e rendimento.

L’impianto frenante prevede due imponenti dischi anteriori a farfalla da 320 mm e pinze monoblocco Brembo, coadiuvate con una pompa radiale anch’essa firmata Brembo. Al posteriore il disco è di 240 mm di diametro, sempre con profilo wave, ma la pinza è a doppio pistoncino.

Gli pneumatici alloggiano su pregiati cerchi in lega di alluminio a cinque razze regalando grande senso di leggerezza, ma nello stesso tempo di prepotenza. Se all’anteriore ritroviamo il classico 120/70, dietro c’è la possibilità di optare per tre diverse soluzioni: il 190/50 di primo equipaggiamento, oppure il 180/55 o l’immenso 200/50.

La linea della TNTR160 riprende in pieno il family feeling Benelli. Basta guardarla per rimanere trafitti dalla sua straordinaria bellezza. Il prezzo? 13.900 € l’assegno da strappare per avere nel proprio garage questo autentico gioiellino.


Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in Benelli