Connect
To Top

Eicma 2008: Suzuki rifà il trucco al bandito


La Suzuki Bandit 650, modello storico della casa giapponese, cambia immagine e cede alla moda del momento. Abbandonato l’oramai storico faro tondo, che ne faceva uno degli ultimi baluardi in tal senso, la media quadricilindrica si rinnova con un nuovo gruppo ottico più moderno e sbarazzino. Nuovi anche gli specchi retrovisori, presi in prestito dalla cugina GSR 600, come anche il cruscotto, che oltre al nuovo design, si presenta, adesso, ricco di informazioni, come ad esempio l’indicatore del rapporto inserito.

Per il resto la moto rimane pressoché invariata rispetto al modello 2008. Il motivo è presto detto: il Bandito (diversamente da quanto avviene nel bel paese, dove comunque conta ugualmente una folta schiera di estimatori) è una delle moto più vendute in Europa. Come a dire, squadra che vince, non si cambia. Concetto, questo, ribadito anche da Pierre-Laurent Fériti, responsabile stampa per Suzuki Francia:

Non era necessario rivedere da cima a fondo un modello che funziona bene come il Bandit 650. In un momento in cui il mercato sta vivendo una situazione di lieve affanno, le modifiche apportate ad una moto come il Bandit 650 arrivano davvero tempestive“.


1 Comment

  1. Pingback: diggita.it

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in Naked