Connect
To Top

BMW R 1200 R e R1200R Classic 2011: immagini, caratteristiche e Scheda Tecnica delle nuove Roadster bavaresi


L’upgrade della BMW R 1200 R per il 2011 lo avevamo già ampliamente annunciato QUI e, puntuale, ecco arrivare anche per la Roadster il nuovo motore boxer derivato dalla BMW HP2 Sport, di cilindrata 1 170 cm³, con doppio albero a camme in testa (DOHC), identico ai propulsori che già equipaggiano la BMW R1200 GS e la BMW R 1200 RT.

La R1200R , inoltre, viene proposta per il 2011 in due diverse declinazioni, Standard e Classic, con quest’ultima che si differenzia, oltre che per i colori, anche per un allestimento più “tradizionale” nel quale spiccano i bellissimi cerchi a raggi.  

L’abbinamento tra tecnologia moderna e differente design, tra l’altro, consente un posizionamento differente di forte personalità per le due roadster BMW. Mentre la BMW R 1200 R, dotata nella versione di base di cerchi in lega fucinati, ha un carattere versatile e trasversale, la BMW R 1200 R Classic, equipaggiata con cerchi a raggi, si rivolge soprattutto ai clienti che ricercano dei tratti ed una connotazione più tradizionale.

Per entrambe, però, il nuovo propulsore boxer con doppio albero a camme in testa è garanzia di una rinnovata dinamicità di guida e divertimento. La differenza tra le due Roadster è sottolineata dal colore oltre che da una serie di equipaggiamenti. Ad esempio, la R 1200 R Classic in Saphirschwarz metallizzato e abbellita da una striscia centrale in Alpinweiß pastello che si estende lungo il serbatoio e il parafango della ruota anteriore e ricorda i classici modelli Roadster del passato. Nella versione di base la R 1200 R viene offerta in tre varianti cromatiche:  Grigio scuro metallizzato opaco, Lightgrey metallizzato e Red apple metallizzato che danno una lettura del tema Roadster in chiave dinamica, elegante e moderna.

In combinazione con i cerchi in argento Nürburg, le tre tonalità sottolineano il carattere dinamico e sportivo della Roadster. La R 1200 R Classic punta invece intenzionalmente su un raffinato contrasto cromatico che accentua il braccio longitudinale della sospensione, l’albero cardanico, il coperchio della testata cilindri, il telaio e la forcella, verniciati in colore argento. Lo stile classico ed elegante viene ulteriormente sottolineato dai collettori di scarico interamente cromati e negli specchietti retrovisori dal look cromato. La versione base con i terminali di scarico realizzati in acciaio inox spazzolato e gli specchietti retrovisori laccati in nero denota sportività.

Nonostante le differenze estetiche tra i due allestimenti, la tecnologia “a bordo” è pressoché la stessa. Il telaio centrale e posteriore, composto da due sezioni, è stato realizzato in una leggera costruzione di tubi d’acciaio ed il motore stesso è elemento portante. Questa configurazione assicura la massima resistenza e rigidità. La sospensione anteriore della nuova BMW R 1200 R adotta il collaudato schema BMW Telelever in combinazione con una nuova forcella. Nella vista frontale la moto si caratterizza per i due foderi della forcella il cui diametro è cresciuto  da 35 mm a  41 mm. La sospensione posteriore adotta il “solito” monobraccio oscillante BMW Paralever.

A richiesta, sia la R 1200 R che la R 1200 R Classic sono equipaggiabili con il sistema di regolazione elettronica delle sospensioni: ESA. Al posteriore si possono regolare la compressione della molla e la risposta sia in fase di compressione che di estensione, mentre all’anteriore si può regolare la risposta della fase di estensione. L’impianto frenante è equipaggiabile ex fabbrica con il BMW Motorrad Integral ABS – nella versione semintegrale – e con il controllo automatico della stabilità ASC, la cui combinazione offre il massimo livello di sicurezza sia in frenata che in accelerazione su fondi con una non perfetta aderenza.
A seguire, la SCHEDA con le caratteristiche tecniche della R 1200 R Standard e Classic. QUI, invece, la ricchissima SUPER-GALLERY con tutte le immagini statiche e dinamiche delle nuove Roadster Bavaresi.

Caratteristiche tecniche BMW R 1200 R e R 1200 R Classic

  • Colori ed equipaggiamenti differenti per una netta distinzione tra la R 1200 R e la R 1200 R Classic.
  • Nuovo propulsore boxer con due alberi a camme in testa.
  • Incremento della coppia massima a 119 Nm a 6 000 g/min e della potenza nominale a 81 kW (110 CV) a 7 750 g/min.
  • Aumento del regime massimo da 8 000 a 8 500 g/min per un range di utilizzo più ampio.
  • Valori di elasticità nettamente migliorati per migliorare il piacere di guida su strade extraurbane.
  • Maggiore rapidità di risposta, dosaggio ottimizzato del gas e comportamento in rilascio nettamente migliorato.
  • Coperchio testata cilindri dal design nuovo e più dinamico con due invece di quattro viti di fissaggio.
  • Terminale di scarico sportivo, accorciato, in acciaio inox spazzolato (R 1200 R) o in acciaio inox cromato (R 1200 R Classic).
  • Valvola allo scarico a comando elettronico per migliorare la resa sonora.
  • Cerchi in lega fucinati (R 1200 R).
  • Cerchi a raggi con pneumatici a spalla ribassata (R 1200 R Classic).
  • Regolazione elettronica delle sospensioni ESA (Electronic Suspension Adjustment) (optional ex fabbrica).
  • BMW Motorrad Integral ABS in versione semintegrale (optional ex fabbrica).
  • Controllo automatico della stabilità ASC (optional ex fabbrica).
  • Nuovo cruscotto con due strumenti circolari analogici.
  • Nuovo serbatoio per i liquidi colore grigio fumo.
  • Ricca gamma di optional e di accessori originali BMW

  • 2 Comments

    1. Larth Il Ribelle

      2010/10/30 at 5:24 PM

      niente male coi cerchi a razzi….se avessero dei prezzi più accessibili però….. :mrgreen:

    2. Pingback: Focus: BMW R 1200 R 2011. Quando innovare il classico è una ragione di stile | Pianeta Riders

    Leave a Reply

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    More in Bmw