Connect
To Top

MotoGP, Valentino Rossi: “Vincere con Ducati era una scommessa, l’abbiamo persa”

In un’intervista alla BBC, l’asso di Tavullia parla del suo epilogo con la Ducati, del futuro con Yamaha e del difficile momento che sta attraversando la MotoGp, forse il più “brutto periodo dal 2000 ad oggi”.

A 33 anni, quando hai alle spalle più di 15 anni di carriera costellati da ben 9 titoli mondiali, il futuro potrebbe essere di tutto riposo e tranquillità. Poco o nulla ormai da dimostrare, eppur c’è ancora la voglia di tentare l’ultimo affondo, l’ultima zampata prima di appendere il casco al chiodo. Le ultime due stagioni con la Ducati hanno lasciato il segno; 37 GP senza una vittoria, per un pilota abituato a portarne a casa almeno 5 – 6 a stagione (quando andava male), fanno sentire il loro peso:

[quote]“Sono in una fase della mia carriera dove i fine settimana come questi (con Ducati, ndr), non sono il massimo” (…) “Sarà difficile con Yamaha, ma penso di avere ancora la potenzialità per portare a casa qualche Gp nei prossimi due anni“.[/quote]

Ducati, un sogno infranto:

[quote]”È stato un sogno,  una grande scommessa cercare di vincere per la Ducati, ma purtroppo non c’è stato verso. Sono state due stagioni molto difficili, le abbiamo provate tutte, ma non siamo mai stati in grado di risolvere i problemi. Abbiamo avuto alcune buone gare e un paio di podi, ma non è quello che tutti volevamo”.[/quote]

Qualche considerazione, poi, sulla prossima stagione con Yamaha:

[quote]“Ho una certa età e non so quanti anni ancora continuerò in MotoGP, quindi devo correre con la moto migliore che posso. Per fortuna durante la mia carriera ho vinto molto, e posso affrontare la sfida in modo sereno, ma con la giusta motivazione. Ho bisogno di arrivare in pista con la possibilità di lottare per la vittoria ogni fine settimana. Sarà difficile, ma è per questo che ho deciso di cambiare squadra”.[/quote]

Ultimo pensiero di Valentino è per la MotoGp, una categoria quanto mai in crisi di spettacolo e colpi di scena:

[quote]“E’ il momento peggiore da quando sono arrivato nel 2000” – dice senza giri di parole – Onestamente è difficile rimanere svegli quando si guarda una gara“. E conclude : ” Questo prodotto, così com’è, deve cambiare!”.[/quote]

E sinceramente… su questo, chi potrebbe dare torto a Valentino?


Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in MotoGp