Connect
To Top

MotoGp Test Valencia: Stoner e Spies le vere rivelazioni. Valentino attardato sulla Ducati. I risultati finali


Un istante, un colpo di reni, e Casey Stoner ammutolisce Valencia piazzandosi davanti a tutti col miglior tempo di 1.32.066. Come dire, andavo forte con la Ducati, non sarò da meno con la Honda. Come dire, ho giocato per due giorni al gatto col topo, e poi… beccatevi questa!

Insomma, sarà il ritrovato clima familiare con Suppo, sarà che questa Honda va proprio forte, ma l’australiano è la vera rivelazione di questi pre-test stagione 2011. Come lo è anche Texas Terror. Colpisce la bella prestazione di Ben Spies al debutto sulla M1 ufficiale. Sempre dietro a Lorenzo (secondo a fine test), sempre francobollato al suo crono, chiude la giornata a “soli” due decimi e mezzo da Stoner e a poco più di un decimo dal neo-compagno di squadra, neo-campione del mondo.

E allora, che siano proprio Stoner e Spies gli uomini da tenere d’occhio in vista della prossima stagione? L’americano ha già fatto faville sulla Tech3 al debutto in MotoGp, e ora che è approdato al team ufficiale sembra davvero intenzionato a non far rimpiangere troppo Rossi e a dar “fastidio” all’ingombrante Lorenzo che si ritroverà – ancora una volta – il nemico in casa.

A proposito di Vale, al di là delle attese e delle tante parole spese, qui e altrove, la realtà parla di un mesto quinficesimo tempo per il Dottore. Dato che probabilmente sta a significare tutto e niente, vista la fase di studio in cui si trovano i due in questo momento (Vale e la moto); anche se – lo sussurriamo sotto voce – lo spettro dei campioni eccellenti improvvisamente “a corto di gas” una volta saltati in sella alla Ducati, è di quei pensieri che fanno venire subito i brividi dietro la schiena. Ma di certo non sarà il caso di Valentino.

Buonissima anche la prova di Simoncelli, in grande ascesa da metà campionato in poi, esattamente come la Honda che cavalca. A seguire, i risultati finali dei test di Valencia   

Risultati finali MotoGp – Test di Valencia Day II  

1 Stoner C. Honda HRC 1:32.066
2 Lorenzo J. Yamaha Factory Racing +0.113
3 Spies B.Yamaha Factory Racing +0.256
4 Simoncelli M.San Carlo Honda Gresini+0.384
5 Pedrosa D.Repsol Honda Team+0.431
6 Hayden N.Ducati Team+0.517
7 Bautista A.Rizla Suzuki MotoGP+0.672
8 Puniet R.Pramac Racing Team+0.770
9 Dovizioso A.Repsol Honda Team+0.876
10 Aoyama H.San Carlo Honda Gresini+1.039
11 Barbera H.Paginas Amarillas Aspar+1.102
__________________________________________________________________

3 Comments

  1. Domenico

    2010/11/11 at 8:19 PM

    “anche se – lo sussurriamo sotto voce – lo spettro dei campioni eccellenti improvvisamente “a corto di gas” una volta saltati in sella alla Ducati, è di quei pensieri che fanno venire subito i brividi dietro la schiena.”

    Tipo chi?

  2. Palla Racing

    2010/11/11 at 8:34 PM

    ci si riferiva alla misteriosa circostanza per la quale, piaccia o no, tutti coloro che sono approdati alla Ducati (escluso Stoner) e che hanno affiancato l’australiano in questi ultimi anni, nonostante fossero ottimi piloti,non sono mai riusciti ad andare forte, anzi, per alcuni è stato un tonfo colossale. Ci si riferisce a Capirossi, durante l’ultimo anno con la Ducati prima di andar via, a Melandri e, da ultimo, a Nicky Hayden che, sebbene stia lentamente migliorando, non è che abbia mai brillato da quando è in Rosso (partendo dal presupposto che si sta sempre parlando di un campione del mondo della MotoGp).

    Insomma, il dato degli ultimi anni è che l’unico che sia riuscito ad “interpretare” al meglio la desmosedici è Stoner. Speriamo ci riesca anche Vale.

  3. Domenico

    2010/11/12 at 1:28 AM

    Grazie!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in MotoGp