Connect
To Top

MotoGP Austin 2013, Valentino Rossi: “non vedo l’ora di correre!”

Il Team Yamaha Racing affila i cilindri in vista del week-end USA. Rossi e Lorenzo sottolineano la tecnicità del circuito, bello ma anche difficile da interpretare. Di seguito il commento e le dichiarazioni dei due Riders.

[divider]

Dopo la dirompente performance in Qatar, Rossi e Lorenzo raggiungono gli USA carichi e pronti alla bagarre. La mission è quella di bissare il risultato tentando di arginare la determinata e combattiva concorrenza Honda. QUI tutti gli orari con le dirette del GP di Austin. Di seguito, le dichiarazioni dei piloti Yamaha

[box type=”shadow” align=”alignleft” ]

Valentino Rossi

Austin non sarà una gara facile, ma di sicuro il podio in Qatar ci sta dando una motivazione in più. Abbiamo fatto un grande lavoro lì e possiamo andare a Austin con maggiori certezze. I nostri concorrenti saranno molto forti, ma il nostro obiettivo sarà quello di portare a casa punti. Sono fiducioso, mi piace molto la pista e la mia prima impressione, quando abbiamo provato lì, era che il circuito fosse molto bello. Il lay-out della pista è molto particolare: ci sono diversi dislivelli e la prima parte è molto tecnica. Per me la seconda parte è la migliore, anche dopo, quando si entra nella chicane. Il rettilineo è molto lungo, ed è un buon punto per i sorpassi. Non vedo l’ora di correre a COTA “.

[/box] [box type=”shadow” align=”alignleft” ]

Jorge Lorenzo

“Il Qatar è stata una gara incredibile per noi. Un ottimo inizio di una stagione davvero competitiva. È sempre importante partire bene, ma Losail è stata solo la prima gara di una lunga stagione. Ora dobbiamo cambiare mentalità, stiamo andando negli Stati Uniti per affrontare una pista completamente diversa, non solo il layout, ma anche per l’asfalto, il clima e alcune circostanze differenti. La pista di Austin ha diverse curve ad angolo retto e molte si affrontano in prima marcia, quindi serve una buona accelerazione e trazione. Dovremo lavorare sodo sin dalla prima sessione. In ogni caso, continuo ad essere fiducioso in un buon risultato qui. Voglio vincere ad Austin, e questo è il mio stato d’animo, anche se so che negli Stati Uniti sarà molto più complicato “.

[/box]

1 Comment

  1. Pingback: MotoGP Austin 2013: la nube tossica non ferma il Circus | Pianeta Riders

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in MotoGp