Connect
To Top

MotoGP 2014: il nuovo regolamento. Ducati torna Factory (ma anche no)

Approvato, quasi allo scoccare dell’ora X, il nuovo regolamento MotoGP 2014 che relegherebbe di fatto la Ducati nella categoria Factory, pur trattandola, in pratica, come una semi-Open

[divider]

Cosa significa tutto questo? Facendola molto breve, che Ducati correrà il campionato MotoGP 2014 di fatto nella categoria Factory, quindi con una centralina self-made dotata di un software proprietario, mantenendo inoltre alcuni vantaggi della classe Open, come il serbatoio con più carburante e le gomme morbide “open” category … a patto però di non vincere troppo. Difatti, sarà sufficiente ottenere dei risultati di rilievo (una vittoria su asciutto, 2 secondi posti e tre podi) per vedersi via via sottratti i suddetti vantaggi “open”, fino ad essere sostanzialmente affiancata alle altre Factory.

Il senso di tutto questo? Lasciamo a voi le valutazioni del caso. Di seguito, il comunicato ufficiale Dorna:

1 . La centralina ECU e il software del Campionato sarà obbligatoria per tutti gli iscritti a partire dal 2016 .
Tutti i partecipanti attuali e potenziali della classe MotoGP collaboreranno per agevolare la progettazione e lo sviluppo del software ECU del Campionato. Durante lo sviluppo del software di un sito web a numero chiuso sarà istituito per consentire ai partecipanti di monitorare lo sviluppo del software e di inserire i loro suggerimenti per le modifiche.

2 . Con effetto immediato , un Costruttore con piloti iscritti sotto l’opzione Factory che non ha ottenuto una vittoria in condizioni di asciutto nella stagione precedente, o un nuovo Costruttore che si iscrive al Campionato, ha il diritto di usare 12 motori per pilota a stagione (senza congelamento) , 24 litri di carburante e le stesse gomme della categoria Open . Questa concessione è valida fino all’inizio della stagione 2016.

3 . Le concessioni di cui sopra saranno ridotte nelle seguenti circostanze:
Qualora un pilota, o una combinazione di piloti nominati dallo stesso Costruttore, partecipando alle condizioni descritte nel paragrafo 2 , ottenere una vittoria , due secondi posti e tre podi in condizioni di asciutto durante la stagione 2014, per quel Costruttore la capacità del serbatoio sarà ridotta a 22 litri. Inoltre, qualora lo stesso Costruttore ottenesse tre vittorie nella stagione 2014 perderebbe anche il diritto di usare le gomme morbide a disposizione della categoria Open. In ogni caso le concessioni ridotte saranno applicati alle restanti tappe della stagione 2014 e tutta la stagione 2015.”


7 Comments

  1. Giuseppe Privitera

    2014/03/18 at 4:59 PM

    meglio lasciar perdere le mie opportune valutazioni…

  2. Alessandro Gazzara

    2014/03/18 at 5:17 PM

    Completamente senza senso, capisco che vogliano più competitività ma così è troppo, e menomale che rossi se n’è andato, sennò tutti a dire che era una regola fatta per favorire rossi…

  3. Pingback: MotoGP 2014: il nuovo regolamento. Ducati torna Factory (ma ... | motoalert.it

  4. Pingback: MotoGP 2014, Pedrosa: gomme extra-soft, grande vantaggio per le Open

  5. Andrea Lazzerini

    2014/03/19 at 11:04 AM

    Mi meraviglia soprattutto che ducati accetti tutto ciò. In caso di vittorie, si griderà al favoritismo. In caso di sconfitte, la credibilità di ducati scenderà ai minimi livelli…. Comunque vada, Ducati e il mondo della moto già hanno già perso!

  6. Mauro Mancinelli

    2014/03/19 at 12:38 PM

    ….sempre peggio!!

  7. Gabriele Mancini

    2014/03/19 at 2:58 PM

    “MAMMA HONDA” COLPISCE ANCORA……..

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in MotoGp