Connect
To Top

Arriveranno 6 nuovi Team in MotoGP nel 2012: addio gare con 14 piloti al via

In principio la notizia ci era sembrata un po’ “avventata”. Poi via via ha preso corpo fino alla conferma da parte della FIM: nel prossimo campionato MotoGP 2012, la classe regina si arricchirà di 6 nuovi Team che apparterranno alla cosiddetta categoria CRT, ovvero “Claiming Rule Team”. Ma di che si tratta nello specifico?

Secondo il regolamento, i team CRT potranno utilizzare motori provenienti dalla SuperBike ad eccezione di quelli riconducibili ai membri della MSMA (Honda, Yamaha, Ducati e Suzuki), quindi sostanzialmente motori Aprilia e BMW,  purché in grado di sviluppare una ciclistica adeguata. Questi Team godranno anche di vantaggi tecnici rispetto ai prototipi attuali, come l’aumento di carburante – da 21 a 24 litri – e più motori a disposizione (da 6 a 12 per pilota). Per fare alcuni esempi, tra le 6 squadre (che trovate appena più in basso in elenco) la Speed ​​Master, la squadra del padre di Andrea Iannone, parteciperà con un motore montato su telaio RSV4 FTR, mentre Marc VDS correrà con un telaio Suter e motore BMWS1000RR.

Ecco i nomi (davvero impossibili da ricordare, in stile Moto2) dei sei nuovi Team

  • RACING DA CHEROSENE
  • RACING AVANTI
  • KIEFER RACING
  • Marc VDS RACING TEAM
  • GP RACING PADDOCK
  • SPEED MASTER

Nel 2012, la griglia di partenza dovrebbe dunque arricchirsi di nuovi piloti, tra i quali Stefan Bradl, Andrea Inannone e Tom Luthi. Una novità che dovrebbe portare al definitivo superamento dell’era dei “14 al via“. Ma sarà sufficiente tutto questo a rimettere in sesto la classe regina del motomondiale?

Ciascuno dei nuovi Team potrà schierare un solo pilota. Se a questi si aggiungono una possibile seconda moto per i Team Aspar e Suzuki, ecco che i piloti pronti al semaforo potrebbero diventare addirittura 24. Quasi un miraggio se si pensa all’attuale desolazione in griglia.

Una griglia che – inutile nascondersi dietro a un dito – con la novità dei motori 1000cc, e quest’ultima dei team CRT – somiglierà sempre di più alla SuperBike. Continuerà ad avere senso, a questo punto, una separazione tra le due categorie?


1 Comment

  1. Pingback: Gp Spagna, a Max Biaggi gara 2 | Assicuro.it

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in MotoGp