Connect
To Top

Itinerario moto sulle Alpi: tra le magie dei passi Giovo, Brennero e Rombo

Ci sono luoghi dove saltare in sella ad una moto può trasformarsi in un viaggio onirico, in bilico tra sogno e realtà, rapiti da una natura al massimo della sua espressione. Luoghi dove guidare, a prescindere dal mezzo che si utilizza (sportiva, naked, custom, maxi-enduro o altr), è un’esperienza unica, un misto di piacere e rapimento sublime, che rimane impresso e costringe a tornarci, e tornarci ancora.

Ci troviamo sulle Alpi, esattamente ai confini tra Italia e Austria, nel cuore della magnifica regione dell’Alto Adige Sudtirol. L’itinerario circolare che stiamo per descrivere trova nella splendida cittadina di Merano il luogo di partenza e arrivo ideale, il posto giusto dove far tappa per esplorare i dintorni grazie alla posizione “d’accesso” a numerosi percorsi alpini da affrontare i moto.
Ma non perdiamo altro tempo, infiliamo il casco e partiamo.


Visualizzazione ingrandita della mappa

Da Merano a Vipiteno, 60 Km circa

Il suggerimento è di lasciare il centro abitato di buon mattino, per godere al meglio i chilometri d’alta quota che si distendono attraverso i tre splendidi passi dolomitici che si affrontano lungo l’itinerario: il Giovo, il Brennero e il selvaggio Rombo.

Lasciata Merano alle spalle, si punta dritti a San Leonardo in Passiria facendosi cullare dalle dolci curve disegnate dalla strada incastonata nella verde valle scavata dal fiume Passirio. Tutt’attorno si è circondati da montagne maestose, ma a rapire lo sguardo è la parete del Monte Giovo, prima “scalata” della giornata!

Giunti nei pressi di San Leonardo in Passiria ci si trova davanti a un bivio: a sinistra si procede per il Passo Rombo (al ritorno giungeremo proprio da lì), mentre a destra si svolta per il Passo Giovo, oltrepassato il quale si raggiunge Vipiteno.
La salita del Giovo è a dir poco entusiasmante e, nelle giornate con poco traffico, potrete gustare a pieno un misto tormentato che si traduce in un’indigestione di curve pantagruelica, con asfalto ottimo e buon grip.
A far da cornice a tanto divertimento, un suggestivo paesaggio alpino con gli abeti, i prati verdissimi e le caprette che fanno “ciao”.
Difficile – a questo punto – scegliere tra il godersi le pieghe o le vedute da cartolina (un po’ e un po’, andrà più che bene).
In cima al passo è d’obbligo una sosta al chiosco panoramico, con panche all’esterno, prima di iniziare la vorticosa discesa fino a Vipiteno.

Da Vipiteno a Innsbruck, 55 Km circa

Giunti a Vipiteno arriva il momento di attaccare il Brennero, con i suoi bei curvoni veloci attraverso i quali accedere in Austria e puntare dritti a Innsbruck.
Benché sottovalutato, rispetto ad altri passi più celebri tra i motociclisti, il Brennero ha sempre il suo perché, e con un occhio ai limiti (che una volta entrati in Austria sarà meglio rispettare per bene) è possibile divertirsi con una guida dal ritmo brillante e piacevole.
Un veloce attraversamento che – proseguendo lungo la bella e curvosa statale A13 – ci condurrà alla volta di Innsbruck, dove dedicare qualche ora all’esplorazione del fascinoso centro storico.
Una buona idea, per risolvere il pranzo, potrebbe essere quella di sedersi ad uno dei caratteristici  chioschi di würstel da accompagnare con una buona birra locale.

Da Innsbruck a Solden, 90 Km circa

Lasciata la cittadina austriaca ci si dirige, con un rapido trasferimento, alla volta di Solden, da dove inizierà uno dei pezzi forti della giornata: l’attraversamento del Passo Rombo.

Siamo nei territori resi celebri dal ritrovamento di Otzi, la mummia del Similaun ritrovata perfettamente conservata dopo oltre 5.000 anni nel ghiacciaio di Otztal.
Dopo un primo tratto piuttosto noioso per quanto riguarda piacere di guida e paesaggi, l’avvicinamento a Solden inizia a restituire ritmo all’itinerario, con belle curve e panorami che tornano di nuovo maestosi e suggestivi.

Da Solden a Merano, 75 Km circa

La scalata al passo Rombo è preceduta da una sosta al casello. La strada, infatti, è a pagamento e sul fronte austriaco sarà necessario pagare un pedaggio (per le moto: 12 euro singola tratta; 14 euro andata e ritorno per chi deve rientrare in Austria).
Una scelta, quella di far pagare un pedaggio, secondo alcuni discutibile… ma ad ogni modo, l’impresa vale la spesa. Il passo Rombo offre alcuni degli scenari più belli dell’intero arco alpino, con la strada che si arrampica into the wild, catapultandovi in un universo parallelo di colori e atmosfere d’alta montagna.

Una volta in cima, d’obbligo lasciare libero sfogo all’irrefrenabile smania fotografica!

La discesa dal Rombo verso San Leonardo in Passiria regala le ultime belle pieghe della giornata prima del rientro a Merano. Una giornata che vi rimarrà impressa negli occhi, nell’anima, e sulle spalle degli pneumatici, messi a dura prova da una sbornia colossale di splendide curve… e buon divertimento!

[box_dark]

La moto dell’itinerario

Inutile sottolineare che, con qualunque mezzo decidiate di percorrere le strade proposte, il divertimento in sella sarà di quelli da premio Oscar.
Noi lo abbiamo fatto con una XR1200X che Harley Davidson ci ha gentilmente messo a disposizione per affrontare questo magnifico tour alpino. La particolare impostazione di guida offerto dalla custom/naked americana e la possibilità di godersi in maniera appagante l’infinita sequenza di curve, offerta da un itinerario di questo genere, ha messo in luce tutte le doti di questa roadster trasversale e fascinosa. QUI il test completo della moto.

[/box_dark]

2 Comments

  1. Carletto

    2011/10/19 at 2:56 PM

    Spettacolare. La dimostrazione che per i motociclisti il paradiso in terra esiste… almeno da aprile a ottobre 😀

  2. Edo

    2011/10/19 at 4:14 PM

    La strada a pagamento che passa per il Rombo è da monumento (bi)nazionale per quanto è bella!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in itinerari