Connect
To Top

Itinerario moto Lazio: sui Monti Lucretili tra le curve e i paesaggi della Licenza – Orvinio

Un giro nel parco dei Monti Lucretili, per piacere di guida, assenza di traffico, panorami e completezza, rappresenta una delle destinazioni motociclistiche più interessanti nelle immediate vicinanze di Roma: l’ideale per trascorrere qualche piacevole ora in sella. Un itinerario adatto sia a chi cerca un’occasione di guida entusiasmante, che agli amanti di luoghi e percorsi contemplativi, lontani dal caos, immersi nel verde di una natura intatta e rigogliosa. Un ever green davvero imperdibile.

Come spunto per il Week-end vi proponiamo un passaggio tratto dall’itinerario N.4I Monti Lucretili: un Lunapark a due passi da Roma” della guida ItineRiders, ovvero, il percorso che attraversa la via licentina dalla SS5 Tiburtina al piccolo centro di Orvinio: una vera chicca per i motociclisti della capitale (e dintorni) che vogliono godersi qualche piega DOC, lontani dal caos, senza dover necessariamente percorrere centinai di chilometri.


Visualizzazione ingrandita della mappa

Dalla SS5 Tiburtina a Orvinio: Km 30 circa

(…) Una volta giunti a valle, imboccata la via Tiburtina in direzione Avezzano, avrete un sorriso a trentasei denti stampato sotto al casco che sarà difficile lavare via. Non importa, rimanete pure così. Il tratto di Tiburtina che vi condurrà a San Cosimato, infatti, consente una guida assai piacevole lungo un misto medio veloce che risulta appagante ad ogni andatura.

Giunti a San Cosimato (frazione di Mandela), proprio all’inizio del’abitato, troverete sulla sinistra il bivio per la statale 314 che andrà percorsa seguendo le indicazioni LicenzaOrvinio (per essere certi di non sbagliare, lungo la 314, procedete sempre in direzione SS4 Salaria).

A questo punto, meglio dare uno sguardo al livello di carburante. Se fosse basso, il consiglio è di fare sosta al distributore sulla Tiburtina, appena oltre il bivio, vista la difficoltà di rifornimento nel tratto a seguire.

La 314 (c.d. “via Licentina”) è uno dei percorsi preferiti dai centauri romani, che soprattutto nel finesettimana, viene preso d’assalto da motociclisti di ogni razza e tribù per via della grande versatilità. Una caratteristica che lo rende adatto alle più svariate esigenze: scenari da cartolina e un’indigestione di curve che faranno la felicità di chi gira sempre col ginocchio a terra. Fortuna che tranquilli Mototuristi e Riders su cavalcature sportive riescono a convivere pacificamente senza particolari patemi; comunque sia, meglio prestare attenzione, soprattutto nei passaggi più stretti. Una volta sulla 314 conviene percorrere tutto d’un fiato il tratto fino al paesino di Orvinio.

Dopo un inizio tranquillo che conduce in surplace a Licenza, oltrepassato l’abitato, ci si ritrova catapultati in uno splendido scenario naturale, maestoso e selvaggio, lungo la strada che sale verso Orvinio, con curve da pennellare una dietro l’altra, su cui non sarà difficile sentir grattare le pedane nelle pieghe più accentuate. Soprattutto le esse nella parte finale, dalla geometria perfetta, vi faranno venire voglia di percorrere l’intero tratto avanti e indietro come su una giostra del Lunapark.

L’arrivo ad Orvinio è accolto dal bellissimo colpo d’occhio sulle montagne abruzzesi che incorniciano l’orizzonte oltre la valle del Turano. Una buona idea, a questo punto, potrebbe essere una sosta al bar del paese per un caffè o un aperitivo. In certi week end, è tale il numero di moto che vi si fermano in sosta, che trovare un parcheggio nelle immediate vicinanze è quasi un problema.

Prima di rimettersi in sella, si consiglia una passeggiata tra le suggestive viuzze di Orvinio vecchia (Orvinio fa parte del club dei borghi più belli d’Italia), cittadina che ha dato i natali al pittore Vincenzo Manenti, del quale si possono ammirare alcuni affreschi nella vicina chiesa della Madonna di Vallebuona. Oltrepassato il grande arco, dal quale si accede all’abitato medievale, si verrà catapultati in una dimensione remota, antica, dove il tempo sembra essersi fermato a riposare da un po’ senza alcuna volgia di riprendere il cammino. Nei pressi di Orvinio si può visitare anche un’antica abbazia, non più in uso, che secondo la tradizione fu fondata da Carlo Magno per celebrare una vittoria sui Saraceni.

Chi volesse scoprire l’intero itinerario che attraversa le curvosissime e divertenti strade del parco dei Lucretili – al di là di questo breve abstract – può farlo QUI. Ed ora, qualche consiglio per buon gustai.

DOVE MANGIARE

► Se si desidera una sosta golosa e disimpegnata, ad Orvinio non si può mancare di far visita al famoso forno “da Rosina che propone pizze, biscotti, e bontà di ogni genere, semplicemente inarrivabili. Tutta la genuinità e la fragranza delle cose fatte ad arte.

► Sempre ad Orvinio, coloro che volessero approfondire meglio il rapporto con la cucina locale, possono far tappa alla trattoria “All’Arco”. Da non perdere la specialità della casa: ramiccia al ragù di cinghiale in bianco. Tel 0765 92239 .


19 Comments

  1. Pingback: MotoTurismo. Un giro nel parco dei Monti Lucretili | People @ MotoDays

  2. Larth Il Ribelle

    2010/10/25 at 6:06 PM

    bell’itinerario,soprattutto per chi ha un supermotard!!e per i fuoristradisti un must è da Scandriglia ad Orvinio…nel cuore del Parco dei Lucretili…strada asfaltata nel primo tratto di 4-5 km…poi è un disastro…ma il paesaggio merita assai!! :mrgreen:

  3. Gerri Carbini via Facebook

    2012/03/16 at 10:41 AM

    Strada divertentissima, come avete detto super x tutti i gusti. Di solito quando sono allenato (e presto lo sarò di nuovo, sta scaldando e vai!!) la metto nei miei itinerari motociclistici da percorrere a seconda che si arrivi da SS 4 Salaria oppure dalla SS 5 Tiburtina. Volevo solo aggiungere al vostro articolo di visitare assolutamente a Licenza le rovine della Villa d’Orazio, ma soprattutto dietro alla villa il Ninfeo degli Orsini… so long!

  4. Pianeta Riders via Facebook

    2012/03/16 at 10:48 AM

    bravissimo Gerri, ottima indicazione… ci sarà anche nella prossima edizione di ItineRiders a cui stiamo lavorando proprio in questi giorni! 😉

  5. Andrea Ciavatta Scarponi via Facebook

    2012/03/16 at 12:23 PM

    Fatta domenica scorsa insieme ai colli di montebove… Ma secondo voi è più divertente unirci la strada che passa per marcellina o quella per vivaro?

  6. Pianeta Riders via Facebook

    2012/03/16 at 12:31 PM

    Andrea, nell’itinerario da cui è estratto il pezzo proposto consigliamo Marcellina. In un altro itinerario, sempre sulla nostra Guida Itineriders, abbiamo invece contestualizzato la strada che passa da Vivaro in un percorso differente dove – secondo noi – rende di più 😉

  7. Andrea Ciavatta Scarponi via Facebook

    2012/03/16 at 12:33 PM

    Infatti ero indeciso tra i due letti sulla guida 🙂

  8. Gerri Carbini via Facebook

    2012/03/16 at 12:48 PM

    Anch’io di solito l’abbino alla Via Valeria ossia Mte Bove ;D… però al rientro preferisco Vivaro o meglio Riofreddo-Vallinfreda-Orvinio a Marcellina-Palombara S.-Montelibretti c’è meno traffico x arrivare alla SS 4 che mi instrada verso i miei lidi ;D;D;D

  9. Pianeta Riders via Facebook

    2012/03/16 at 12:50 PM

    Andrea, sapere che andate in giro e vi divertite con ItineRiders ci fa un enorme piacere! 🙂

  10. Gerri Carbini via Facebook

    2012/03/16 at 12:54 PM

    Be’ x quanto mi riguarda vi ho conosciuti da poco qui su faccia di libro e ne sono contento. Anche se sono stato sempre un motodidatta nei miei itinerari sono contento di parlarne con qualcuno che ha calcato le mie stesse strade… so long!

  11. Fabio Nastri via Facebook

    2012/03/16 at 1:09 PM

    Quando se la famo!!!???

  12. Fabio Nastri via Facebook

    2012/03/16 at 1:09 PM

    Quando se la famo!!!???

  13. Tribo

    2012/03/18 at 9:50 AM

    Vorrei provarla domenica prox in due con la mia vespona….ci sono salite troppo faticose?
    Salutoni

  14. Luca

    2012/06/03 at 8:12 PM

    Fatta oggi!!!! Uno spettacolo.
    Consiglio di allungare il tour verso Pozzaglia Sabina e poi verso il lago di turano per poi risalire a Poggio Moiano…..da urlo sia per le curve ma anche per la vista.

  15. Pingback: Orvinio | Liberiperconvinzione

  16. Pingback: Appuntamenti Cani Sciolti II - Pagina 36

  17. Giovanni

    2013/07/23 at 3:35 PM

    Ciao Ragazzi,
    ho letto con grande interesse l’itinerario che avete consultato.
    Ad agosto (purtroppo a cavallo del 15), vorrei venire a passare un 5 giorni in provincia di Roma…non ho ancora scelto ben bene dove e credo che la scelta sarà dettata dalle disponibilità di $$$$….
    Mi chiedevo…potreste suggerirmi 5 itinerari “imperdibili”….proprio quelli che in moto non si può non fare…
    Vorrei unire bellezze paesaggistiche e posti da vedere….se poi c’è anche una buona cucina….
    Vi faccio una statua al mio rientro 😉
    Grazie e buona strada a tutti…..
    Giovanni

  18. gio

    2013/12/09 at 5:28 PM

    Per mangiare… non si chiama più l’arco, ma Taratappa: 076592312. Rimane straconsigliato. R poi Ruggero, il gestore, è rider come noi!

  19. luca

    2016/12/09 at 3:01 PM

    domani 10 dicembre 2016 ce lo facciamo questo giro se formiamo un bel gruppo?

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in itinerari