Connect
To Top

Prova Honda SH 125-150 i ABS 2013: difficile chiedere oltre!

Value For Money? Il nuovo SH fa di più, con un pacchetto prestazioni-dotazioni-qualità senza eguali e un prezzo inferiore rispetto a prima: 3.050€  il 125cc, e 3.200€ il 150

Ma cosa comprende esattamente questo pacchetto? Presto detto: ABS a due canali di serie; bauletto, parabrezza e paramani di serie; nuovo motore eSP, che abbatte i consumi del 25%; tecnologia Start&Stop; un vano sottosella in cui infilare un integrale; un’erogazione migliorata ai medi/bassi regimi… e altro ancora. Ma procediamo con ordine.

Il PressTest dei nuovi SH 125i e 150i ABS  si è svolto a Roma. Che è un po’ come dire “abbiamo fatto nuotare i pesci nel mare”. Perché a Roma – capitale europea dello scooter, dove ogni mattina migliaia di commuters dueruotisti si sfidano a colpi di gas tra auto in coda e perigliosi sampietrini – l’SH è da sempre un’istituzione. L’arma totale con cui raggiungere l’ufficio in fretta, senza stress… e possibilmente incolumi. Infilatevi il casco e scopriamo com’è andata!

Da Fermo: design, innovazione e qualità percepita

Innanzitutto, guardando il nuovo SH lo capisci subito che è un SH. La linea innova ma senza stravolgere. Piuttosto, quel che si avverte è uno studio di design volto a valorizzare gli elementi stilistici che hanno fatto la storia di questo mezzo. Il risultato è la consueta sensazione di sobrietà, praticità ed eleganza, cui si aggiunge un tocco di dinamicità in più offerto dal nuovo frontale e dal codino dai volumi ridisegnati.  Grazie all’estrema compattezza del motore è stato infatti possibile spostare il radiatore in posizione laterale, lasciando così maggiore “spazio” alle scelte di design (e funzionali) per un insieme più armonico ed equilibrato.

Molta attenzione è stata poi posta nella cura dei dettagli che elevano ulteriormente la sensazione di qualità percepita, come rivelano il piccolo vano portaoggetti nella parte sinistra dello scudo anteriore (molto ben realizzato), i raccordi delle carene e la qualità generale delle plastiche (fatta eccezione di quella che tiene agganciata la sella quando la stessa è sollevata, apparsa un po’ “debole”). Piace la scelta di offrire di serie anche il cavalletto laterale, in aggiunta al classico centrale, che rende più immediato il parcheggio nelle soste veloci… un colpo col piede, e via!

In Movimento: agilità, sicurezza e più “corpo” dove serve

La seduta è piuttosto comoda e l’ergonomia di guida corretta. Si può affrontare il traffico in pieno comfort e col massimo controllo del mezzo, il quale, grazie al peso di 135 Kg (compreso il pieno di benzina), consente di cavarsela egregiamente  anche nelle anguste manovre da fermo.

Parola d’ordine, agilità!

Una volta animato il motore con lo Start (l’alternatore elettronico ACG, che sostituisce il classico motorino d’avviamento, dà vita allo scooter, come per magia, nel massimo silenzio), SH – in entrambe le cilindrate – si rivela subito pronto al comando del Gas. Ma qui sono soprattutto le ruote da 16’’ (caratterizzate da un nuovo disegno a 5 razze sdoppiate) a fare la differenza… e questo SH non tradisce il DNA dei modelli che lo hanno preceduto: affilatissimo e chirurgico, i cambi di direzione sono precisi e fulminei. Una leggera pressione sul manubrio e si danza nel traffico con grande disinvoltura, ben sostenuti dalle sospensioni che svolgono bene il loro compito, digerendo senza problemi anche i fondi sconnessi. Appena un pelo rigido, forse, il posteriore, sul quale, però, è ora possibile intervenire più efficacemente (nella ricerca del setting ideale) grazie alla possibilità di regolare il precarico su ben 5 posizioni.

Rispetto al passato migliora l’erogazione a medi/bassi regimi.

Tutto merito del nuovo motore, l’innovativo monocilindrico eSP, che si irrobustisce lì dove serve rendendo più vivace la ripresa e lo scatto al semaforo, mentre la sensazione è che solo in allungo si sia perso qualcosina rispetto a prima.  Sulla parte più veloce del percorso è stato possibile rilevare una velocità massima intorno ai 120/125 Km/h (di strumento) prima che il limitatore intervenisse a dire basta. Un valore in linea col target di utilizzo di questo scooter, il cui range ideale oscilla tra i 20 e i 100 Km/h. I vantaggi maggiori, però, sono indubbiamente in termini di consumi: per l’ SH 125 viene dichiarata una percorrenza di 47.4 Km/L  nel ciclo medio WMTC. Un vero record, grazie al quale i 7.5 litri del serbatoio possono far superare agilmente i 300 Km di autonomia.

L’ABS a due canali, per la prima volta di serie su un mezzo di questa categoria, svolge ottimamente il suo lavoro senza mai risultare invasivo (salvo al posteriore, dove lo si può “avvertire”, di tanto in tanto, nelle pinzate molto decise). Una bella strizzata alle leve e l’SH si arresta in spazi brevi e in tutta sicurezza. Una vera benedizione sui fondi viscidi e difficili, pane quotidiano nelle durissime giornate di maltempo in città.

Un moderno commuter urbano non può non avere a cuore le sorti dell’ambiente

Il sofisticato sistema Start&Stop, con cui è equipaggiato l’SH, fa si che il motore si spenga automaticamente dopo 3 secondi di funzionamento al minimo. Un colpo di Gas, e il tutto si riavvia praticamente all’istante consentendovi di scattare subito al semaforo come nulla fosse. Ovvi, i benefici, in termini di consumo di carburante e immissione di sostanze nocive nell’ambiente. Il sistema si attiva automaticamente superati i 10 km/h e i 60° C di temperatura del liquido di raffreddamento, ma può essere facilmente disinserito tramite un comodo switch al manubrioqual ora – non  si sa mai – foste nemici dell’ambiente!

Conclusioni

Impossibile trovare chi offre di più allo stesso prezzo nel segmento degli scooter a ruote alte . Grazie a quest’ultimo step evolutivo, Honda SH consolida la sua leadership con contenuti e qualità di indiscutibile valore. Punti forti del nuovo progetto – oltre alle doti “storiche” di eleganza, praticità, agilità e qualità dinamiche – sono sicuramente i consumi da record e il fattore sicurezza, notevolmente incrementato grazie all’impianto ABS di serie. E c’è da scommetterci che di nuovi SH, in giro, se ne vedranno gironzolare parecchi!

[box_dark]

Abbigliamento Tecnico della Prova

  • GIUBBOTTO: DAINESE G-Tourage Pelle (Capo in morbidissima pelle, di utilizzo polivalente, adatto anche alla città, grazie al piacevole look vintage e all’elevata vestibilità che lo rendono bello e confortevole anche giù dalla sella)
  • GUANTI: IXON RS Ride HP (dal taglio corto, e dotati di un’efficace aerazione, sono l’ideale per proteggere le mani nell’uso disimpegnato di moto e scooter durante la bella stagione)
  • CASCO: MOMODesign Avio (pratico, elegante e leggero, si stiva facilmente nel bauletto o nel sottosella dello scooter grazie alle dimensioni compatte. L’ideale per distinguersi in città)
[/box_dark]

[toggle_box title=”SCHEDA TECNICA SH125i ABS (SH150i ABS)” width=”Width of toggle box”]

MOTORE

Tipo Monocilindrico 4T, raffreddato a liquido, monoalbero a 2 valvole
Cilindrata 125 cc (153 cc)
Alesaggio x corsa 52,4 x 57,9 mm (58 x 57,9 mm)
Rapporto di compressione 11,0 : 1
Potenza massima (95/1/CE) SH125i ABS: 8,7 kW (11,83 CV) / 8.500 giri/min
SH150i ABS: 11 kW (15 CV) / 8.250 giri/min
Coppia massima (95/1/CE) 11,0 Nm (14 Nm) / 6.500 giri/min
Regime minimo 1.700 giri/min
Capacità olio 0,9 litri

ALIMENTAZIONE
Carburazione Iniezione elettronica PGM-FI
Capacità serbatoio 7,5 litri
Consumi 47,4 km/l (43,8 km/l)
(con funzione Start&Stop attiva*,
ciclo medio WMTC)

IMPIANTO ELETTRICO
Accensione Digitale transistorizzata, con anticipo elettronico
Fasatura SH125i ABS: 12° PPMS (minimo) ~ 65° PPMS (7.500 giri/min)
SH150i ABS: 12° PPMS (minimo) ~ 65° PPMS (8.500 giri/min)
Tipo candela CPR7EA-9 (NGK)
Avviamento Elettrico
Capacità batteria 12V-6AH (12V-5AH)
Uscita ACG 266W (343W)

TRASMISSIONE
Frizione Automatica, centrifuga, a secco
Tipo cambio V-Matic
Informazioni stampa SH125/150i ABS
Rapporti della cinghia 2,68 ~ 0,82
Trasmissione finale V-Belt

TELAIO
Tipo Tubolare in acciaio ad alta resistenza, trave dorsale
inferiore

CICLISTICA
Dimensioni (LxLxA) 2.030 x 740 x 1.150 mm
Interasse 1.340 mm
Inclinazione cannotto sterzo 26°
Avancorsa 85 mm
Altezza della sella 799 mm
Altezza da terra 145 mm
Peso in ordine di marcia
e con il pieno di benzina 135 kg (Anteriore: 52 kg; Posteriore: 83 kg)
Massima capacità di carico 180 kg

SOSPENSIONI
Anteriore: Forcella telescopica con steli da 33 mm, escursione ruota 89 mm
Posteriore: Doppio ammortizzatore posteriore con forcellone oscillante,
escursione ruota 83 mm

CERCHI
Tipo Anteriore: In alluminio pressofuso a 10 razze
Posteriore: In alluminio pressofuso a 10 razze
Dimensione cerchio Anteriore: 16 x MT2.50
Posteriore: 16 x MT2.75
Dimensioni pneumatici Anteriore: 100/80-16 (50P)
Posteriore: 120/80 16 (60P)
Pressione pneumatico Anteriore 175 kPa
Posteriore 200 kPa (con passeggero: 225 kPa)
Informazioni stampa SH125/150i ABS

FRENI
Anteriore: disco idraulico da 240 mm (spessore 4mm) con pinza a 2
pistoncini, antibloccaggio ABS
Posteriore: disco idraulico da 240 mm (spessore 5mm) con pinza a 1
pistoncino, antibloccaggio ABS

*Dati ottenuti da Honda nelle condizioni di test standard prescritte dalla normativa
WMTC. I risultati possono variare a seconda dello stile di guida, dello stato di
manutenzione del veicolo, delle condizioni meteo e della strada, della pressione degli
pneumatici e del carico. I test sono stati condotti utilizzando una versione base del
veicolo, con un solo pilota e senza accessori opzionali aggiuntivi.
Tutte le specifiche sono provvisorie e soggette a modifica senza preavviso.

[/toggle_box]

10 Comments

  1. Jane

    2012/09/20 at 3:46 PM

    semplicemente il migliore!!!!!

  2. Alessandro

    2012/09/22 at 11:06 AM

    Una bella sorpresa da parte di Honda con i tempi che corrono………….buon prezzo e i consumi sono ottimi (quindi significa pagarlo ancora meno con quello che si risparmia con la benzina). Difficile hai bisogno di uno scooter per la città scegliere altro (paura dei furti a parte……..da noi li rubano molto)

  3. Pingback: Nuovo Honda SH 125-150i ABS 2013: tutte le novità "a bordo" | Pianeta Riders

  4. carmelo

    2012/09/25 at 3:14 AM

    con quale cilindrata si sono registrate queste velocita 120/125 Km/h (di strumento) ?

  5. Mr D

    2012/09/25 at 8:09 AM

    Ciao Carmelo,
    entrambe le cilindrate hanno una punta velocistica pressoché identica. La differenza è nella corposità dell’erogazione che – ovviamente – premia la cilindrata maggiore.

    D

  6. carmelo

    2012/09/25 at 3:56 PM

    chiedo questo perche dovrei comprare un nuovo scooter e avevo deciso di prendere l’sh ma o visto che ha circa 1,8 cv in meno non vorrei si sentisse tanto la differenza

  7. Pingback: Delirium Test Honda SH 125 2013: una serata di ordinaria follia! | Pianeta Riders

  8. Franco

    2013/03/07 at 7:34 PM

    Secondo me è meglio il Suzuki Sixteen 150

  9. Pingback: Honda SH Mode 125 2014: anche in Fabolous Pink, per aspiranti Pop Star | Pianeta Riders

  10. sai

    2015/04/11 at 12:45 AM

    Il limitatore si aziona oltre i 120 di strumento che poi saranno circa 110 kmh,( in efffetti ho trovato lo strumento molto ottimista rispetto al vecchio modello),direi che è legato ai numeri di giri in quanto prima di togliere il parabrezza non lo avvertivo, appena tolto la musica è cambiata.
    Personalmente nn ho gradito ne la frenata ne l’A B S, in quanto mi sembra molto un po invasivo, senza parlare su strada bagnata…

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in honda