Connect
To Top

Nuova Honda CrossTourer 2012: attacco al vertice!

(di William Toscani)

A distanza di un anno dalla sua presentazione come concept, Honda lancia la versione definitiva della sua adventure-bike, la nuovissima Crosstourer 1200, che tenta di portare l’assalto al segmento delle all-arounder, forte del suo motorone V4 di derivazione VFR, unico 4 cilindri all’interno della categoria.

La nuova CrossTourer dovrà vedersela con avversari del calibro della BMW R1200GS e Yamaha SuperTénéré… sarà all’altezza della sfida?
Intanto scopriamola nel dettaglio!

Estetica

Al primo sguardo la moto lascia intendere subito quali sono le sue intenzioni. Grazie alla configurazione a V del 4 cilindri Honda, si sono ottenuti ridotti ingombri laterali a vantaggio della guida, soprattutto in off-road, con la possibilità di avere una sella meglio raccordata, utile per stringere le gambe al serbatoio, migliorando così il controllo di guida. Il codone, invece, si presenta ampio per offrire il massimo confort al passeggero.

La snellezza del mezzo è enfatizzata dal faro sovrapposto, con il cupolino (regolabile) che svetta verso l’alto. Per le fiancate laterali, invece, abbiamo la ormai classica soluzione double-layer, con superfici disposte l’una sopra l’altra che migliorano l’andamento dei flussi d’aria con vantaggi sia sull’aerodinamica che sul raffreddamento.

Telaio e sospensioni 

I tecnici Honda sono partiti dalla stessa base del Crossrunner, motore v4 1200cc e telaio doppio trave in alluminio “pivotless”,  e vi hanno creano intorno un mezzo che abbina le caratteristiche delle tourer sportive a quelle di una off-road divora sterrati.

Per ottenere ciò, alla già citata e validissima base tecnica, si è lavorato a fondo sul comparto sospensioni, con forcella e mono posteriore dalla lunga escursione in grado di garantire stabilità e padronanza del mezzo sui terreni accidentati.

La posizione di guida offre la possibilità di tenere il busto eretto, sia al pilota cheal passeggero, con il fattore confort ulteriormente incrementato da un cupolino protettivo e da una sella ottimamente imbottita. La triangolazione pedane, sella, manubrio, dovrebbe garantire lunghi tragitti senza fastidiosi indolenzimenti.

Motore e trasmissione

Il motore del CrossTouerer è il notissimo V4 di 1237cc derivazione VFR, che garantisce ingombri trasversali ridotti pur essendo di grande cilindrata. Ha un angolo di 76° fra le due bancate e l’albero a gomiti con fasatura dei perni di 28° per eliminare le vibrazioni e rendere più pastosa l’erogazione di coppia e potenza. Inoltre, grazie a questa soluzione, è stato possibile eliminare il contralbero antivibrazioni riducendo così le perdite di potenza.

Nell’ottica di garantire sempre e comunque il miglior confort di guida possibile, la trasmissione di questo motore sfrutta il sistema Honda dual-clutch. Il meccanismo si basa su due frizioni coassiali: una per l’avviamento e la 1^, 3^ e 5^ marcia, l’altra per la 2^, 4^ e 6^ marcia. Preselezionando la marcia successiva tramite la frizione non in uso, il sistema è in grado di innestare elettronicamente, e in modo istantaneo, le marce garantendo un cambio di rapporto sempre rapido, fluido e senza interruzione dell’erogazione. Queste elementi rendono la guida piacevole in ogni situazione, e particolarmente confortevole quando si viaggia con il passeggero a bordo o a pieno carico.

Inoltre questo tipo di soluzione consente al pilota, agendo semplicemente su un pulsante al manubrio, di poter selezionare le tre diverse modalità di cambiata.
La modalità Manuale (MT) permette di cambiare marcia agendo sulle apposite palette, lasciando al pilota la scelta sul momento più opportuno per cambiare, proprio come avverrebbe su una moto con tradizionale cambio manuale. La modalità automatica (AT) è disponibile in due funzionalità. Drive (D) è ideale per le andature turistiche, per i percorsi cittadini o le percorrenze autostradali, e offre inoltre grande efficienza nell’uso del carburante, grazie anche al nuovo software di gestione in grado di riconoscere le condizioni di guida e impostare due differenti mappature del cambio marcia. In modalità Sport (S) il motore sale maggiormente di giri prima di cambiare, migliorando lo spunto, e in fase di rallentamento scala marcia con anticipo per un feeling tipico da sportiva.

Acceleratore “full ride by Wire” e controllo di trazione disinseribile a discrezione del pilota completano il pregevole quadro tecnico del CrossTourer.

Freni

Il potente impianto frenante del Crosstourer con dischi di grosso diametro e pinze anteriori a 3 pistoncini prevede come equipaggiamento di serie il C-ABS Honda. Si tratta di un sistema di frenata che combina l’azione sul pedale del freno posteriore all’attivazione di parte dell’impianto anteriore, per rendere stabile e sicura la frenata a qualsiasi andatura. Unito all’antibloccaggio, che rileva il pattinamento delle ruote e riduce la pressione idraulica, scongiurando al meglio possibile gli spiacevoli imprevisti che si possono avere in frenata. Cerchi a raggi (che amplificano l’essenza off-road) e ruote di grande diametro promettono stabilità e sicurezza in ogni frangente di guida.

Il nuovo Crosstourer sarà disponibile in quattro colori:

  • Digital Silver Metallic
  • Pearl Sunbeam White
  • Pearl Cosmic Black
  • Candy Prominence Red


4 Comments

  1. Claudio Cantù via Facebook

    2011/11/08 at 3:27 PM

    eccola!!! finalmente il 4 cilindri tourer che aspettavamo da tanto tempo.. appena decido di alzare il ginocchio da terra questa sarà la mia moto 😀

  2. Giuseppe Faggiano via Facebook

    2011/11/08 at 5:11 PM

    Qualcuno ha idea di quello che potrebbe essere il prezzo?

  3. Pianeta Riders via Facebook

    2011/11/10 at 2:27 AM

    il prezzo dovrebbe essere 14.200 Euro

  4. Pingback: Nuovo Honda CrossTourer 2012: il Test verità sulla Maxi-Enduro da viaggio col motore V4 | Pianeta Riders

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in honda