Connect
To Top

Honda Neowing concept: si può ancora parlare di moto?

Look aggressivo, propulsione ibrida e… una ruota in più!






Un trend, quello dei veicoli a 2 ruote anteriori, oramai dilagante. Tanto nella produzione di serie – dove i Piaggio MP3 hanno inaugurato un vero e proprio segmento, seguiti da Quadro Vehicles e Yamaha Tricity – quanto nelle futuristiche visioni delle case costruttrici, dove figurano, tra gli altri, gli affascinanti concept 03GEN della Casa dei Tre Diapason e il Kawasaki J.

Una lista cui si aggiunge anche Honda, che presenta la sua interpretazione del filone 3 ruote, col Neowing Concept, mezzo aggressivo, dall’aria hyper-tech, che propone un’interessante propulsione ibrida, composta da un 4 cilindri “boxer” e da un motore elettrico. Un mezzo sportivo, nell’intenzione dei progettisti della Casa dell’Ala, in grado di sfruttare al meglio le innegabili caratteristiche di elevata stabilità, garantita dalle 2 ruote anteriori, opportunamente “gestite” da un brevetto esclusivo Honda.

 Ma tornando al quesito iniziale, davanti a questi mezzi, si può ancora parlare di moto? 

Posizione di guida, resa dinamica, capacità di piega… in sella ai 3 ruote di ultima generazione – secondo quella che è stata la nostra esperienza di guida sui maggiori modelli attualmente in commercio – in effetti sembrano mantenersi sostanzialmente preservate le tipiche ‘sensazioni motociclistiche’. Più esattamente, motociclistiche in senso ampio, visto che l’attuale produzione è rivolta soprattutto al commuting urbano, con mezzi – sostanzialmente scooter – che beneficiano al meglio dell’impostazione a 3 ruote, per garantire una piacevole sensazione di sicurezza nel day by day in città.

Ma su un mezzo di impostazione maggiormente motociclistica e dall’allure sportiva – come vuole essere questo concept Honda – si avvertirà il medesimo beneficio senza vedere (in un certo senso) castrato il proprio DNA riders?
Difficile dirlo. A sensazione, il Neowing ispira pruriti teppistici e voglia di spalancare il gas.
Ancora di più, se al posto degli pneumatici stradali, comparissero scolpiture all-terrain, per un affascinante 3 ruote con cui divertirsi (e avventurarsi) su ogni genere di percorso.

6 Comments

  1. Alvaro Sguanci

    2015/10/01 at 8:10 AM

    Io dico e ribadisco….NOOOOOO queste non sono moto .. non danno la libertà della moto..

  2. André Fiori

    2015/10/01 at 8:33 AM

    Vi do una mano citando il dizionario italiano “Sabatini-Coletti”: “Motociclo | Veicolo a due ruote spinto da un motore”.
    Al di là della definizione, do ragione ad Alvaro Sguanci, non dà le stesse sensazioni.

  3. Pianeta Riders

    2015/10/01 at 8:37 AM

    Certo André… ovviamente si parla di ‘moto’ nel senso ampio del termine, inteso come ‘sensazioni motociclistiche’. Sensazioni richiamate, tra l’altro, dall’elevata capacità di piega che in genere viene garantita da questi veicoli

  4. Leonardo Uoccio Capozzoli

    2015/10/01 at 11:25 AM

    x me è pari ad una qualsiasi tourer con tutti i bauletti… ovvero… quando sei in colonna nel traffico resti in colonna nel traffico… quindi tanto vale viaggiare in auto!!

  5. Stefano

    2016/03/22 at 6:59 PM

    Infatti non sono moto sono tricicli ,per strada alla pari di una smart

  6. rosario

    2016/05/15 at 11:06 AM

    Leonardo non per contraddirti ma io con la mia tourer con tutti i bauletti e accessori vari vado tranquillo nel traffico e non sono mai rimasto in colonna(honda vfr 1200 f.. 260kg a secco! ) e cmq. ribadisco che non sono moto ma veicoli a sè con tre ruote e non posso paraganorsi a moto perchè non lo sono,inutile giraraci a torno facendolo credere per venderle,guidare una moto con due ruote in città ho in montagna ci vuole esperienza per non finire a terra…!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in concept