Connect
To Top

Il mito Vespa protagonista a Torino con “Fare gli Italiani”


Nel giorno delle celebrazioni per il 150° anniversario dell’Unità d’Italia è stata inaugurata a Torino la Mostra “Fare gli Italiani. 150 anni di storia nazionale”, un’esposizione che, per 9 mesi, farà da corollario ad un ricco calendario di eventi  con cui Torino, la prima capitale dell’Italia unita, festeggia la ricorrenza.

E tra gli oggetti di culto della italianità che hanno contribuito a rendere solida l’identità unitaria della nazione, non poteva mancare la mitica Vespa, “collante” tricolore per eccellenza.  All’interno delle sale delle Officine Grandi Riparazioni di Torino che ospiteranno “Fare gli italianidal 17 marzo al 20 novembre saranno rappresentati gli oltre 60 anni di Vespa, simbolo della mobilità e del costume in Italia e nel mondo: nell’ “Isola dei consumi” saranno esposti due tra i modelli più rappresentativi della storia di Vespa: la prima Vespa 98, del 1946, e la Vespa 150 GS del 1959.

Ma non finisce qui. Dal 22 marzo al 12 aprile un’intera sezione sarà dedicata alla mostra “La Vespa e il Cinema”, da poco conclusasi al Museo Piaggio di Pontedera, che attraverso un vasto patrimonio iconografico e documentale di oltre 200 immagini di film “cult” (manifesti, locandine, foto di scena e di attori su Vespa) racconta il fortunato connubio tra la settima arte e lo scooter più famoso del mondo.

Lungo il percorso postazioni multimediali propongono le sequenze più significative di un centinaio di film che fanno di Vespa la protagonista. I visitatori potranno poi vedere da vicino alcuni modelli  di Vespa realmente utilizzati durante le riprese, come la Vespa Alpha protagonista del film Dick Smart – Agente 2007, la Vespa 150 GS guidata da Sting in Quadrophenia, la Vespa di Nanni Moretti in Caro Diario, quella di Marcello Mastroianni ne La Dolce Vita, quella di Jude Law in Alfie e, naturalmente, la mitica Vespa di Audrey Hepburn e Gregory Peck in Vacanze Romane.

Nella sezione “Stazione Futura”, invece, il futuro della mobilità urbana secondo Piaggio è rappresentato da due prototipi: Piaggio USB (Urban Sport Bike), un concept che rappresenta la sintesi e al tempo stesso la possibile evoluzione del concetto di scooter, e Piaggio NT3, un veicolo a quattro ruote e tre posti senza precedenti sul mercato, che si ispira alle caratteristiche di fondo della mitica Ape Piaggio, pensato per soddisfare i bisogni di mobilità delle aree a più alto tasso di sviluppo e più densamente popolate del pianeta.



Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in curiosità