Connect
To Top

Rossi MotoGP Silverstone 2012: “troppo chattering a centro curva, ho rischiato di perdere il controllo”

Una domenica da dimenticare per il Dottore e tanti guai per la GP12… ma lui stesso precisa: la Ducati “vera”, oggi, era quella di Hayden.

Il GP d’Inghilterra ha offerto molti spunti di riflessioni nel team Ducati. Se da un lato la buona prestazione di Hayden (sopravannzato solo all’ultimo giro da Crutchlow che gli ha soffiato via la quinta posizione) ha mostrato ai tecnici diversi segnali positivi in merito ai progressi fatti, dall’altro sembra continuare l’odissea personale di Valentino con la GP12. Con l’aggravante di un circuito che il Campione di Tavullia non sembra proprio digerire!

Valentino Rossi ha avuto più difficoltà del compagno di squadra e non è riuscito a ritrovare in gara lo stesso feeling del warm-up, dove invece aveva mostrato dei progressi.

[box_dark]

Valentino Rossi (Ducati Team)

“E’ stato un fine settimana difficile perché, a parte il primo turno sul bagnato in cui siamo andati molto bene, sull’asciutto abbiamo sempre avuto difficoltà, a parte questa mattina nel warm-up. In gara non sono riuscito a mantenere il passo degli altri fin dall’inizio: ho provato a stare con loro ma soffrivo molto chattering a centro curva e in un paio di occasioni ho rischiato di perdere il controllo della moto. Dopo qualche giro la gomma posteriore ha cominciato a scivolare molto e nello stesso tempo si è rotto uno scarico, cosa questa che a dire la verità non ha inciso più di tanto ma che comunque ci ha tolto un po’ di potenza in rettilineo. Abbiamo portato a casa qualche punto ma Silverstone rimane la pista più difficile per me. Penso comunque che la Ducati “vera” oggi sia stata quella di Nicky, che alla fine ha pagato un distacco minore al traguardo, più o meno sul livello che noi avevamo raggiunto a Barcellona. Adesso dobbiamo cercare di capire perché solo questa mattina, nel warm-up, sono riuscito a guidare un po’ meglio  e soprattutto dobbiamo cercare di essere più competitivi nella prossima gara ad Assen, una pista che mi piace e dove vogliamo tornare a livello di quelle precedenti”.

[/box_dark]

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in Ducati