Connect
To Top

Un Ducati Monster 696 per la pista? Eccolo!

Nasce dall’idea di un concessionario francese, questo aggressivissimo Ducati Monster 696 carenato. Scopriamo insieme tutti i dettagli

[divider]

Una moto sportiva carenata, dal prezzo abbordabile, divertente ma anche facile da guidare. Queste le intenzioni del proprietario del Ducati Store di Montpellier (Francia) quando ha deciso di realizzare la moto che vedete in foto a partire da un “semplicissimo” Ducati Monster 696, roadster bicilindrica da 72 Cv e 170 Kg di peso. Esteticamente, lo stile è un chiaro omaggio alla meravigliosa Desmosedici RR, indimenticabile dreams’ machine  della Casa bolognese. Dal punto di vista tecnico, gli interventi hanno riguardato l’utilizzo di un silenziatore basso e centrale (davvero ben riuscito), di una centralina Ducati Corse, catena e pignone più “svelti”, sospensioni più sportive, semimanubri, pedaline arretrate, e altri piccoli accorgimenti.

Per progettare, portare a termine e testare adeguatamente il kit di trasformazione, sono stati necessari ben 6 mesi di lavoro. Secondo quanto dicono i preparatori, la moto ha notevolmente incrementato prestazioni ed efficacia, pur rimanendo facile da guidare.

ducati-696-pista_2

Se alla vista di tutto ciò vi stanno sbrilluccicando gli occhi, sappiate che sono necessari 3.000 euro (escluse carene) e 45 giorni di attesa per vedere trasformato il proprio Monster in questa versione “corsaiola”. Il Kit è compatibile anche con i modelli 796 e 1100.

8 Comments

  1. Nico Condorelli

    2014/09/16 at 6:16 PM

    la linea è interessante, ma vogliamo mettere il traliccio e il giro dei raccordi? secondo me ci starebbe anche il solo cupolino: per avere una linea completa nella parte superiore e poi… tutta NUDA sotto.

  2. Luca Laurenti

    2014/09/16 at 6:33 PM

    Senza semimanubri??

  3. Elia Vergili

    2014/09/16 at 7:29 PM

    3000 euro escluse carene? Ci vorranno 1000 euro di carene perché le fanno apposta, con 4000 euro hai una moto da pista con 70 cv ..un affare!!!

  4. Fabrizio Risso

    2014/09/16 at 9:12 PM

    Meglio senz’altro dell’originale!

  5. Lorenzo Portaluppi

    2014/09/17 at 6:48 AM

    Vogliamo parlare del motore e la ciclistica?? Mai provato niente di peggio… MEGLIO LO SCOOTERONE GIURO

  6. giovanni

    2014/09/17 at 10:00 AM

    le prestazioni di sta moto sono orribili (da ex ducatista e testandole regolarmente dico, mai più una ducati sopratutto se vuoi prestazioni e non la usi per andare al bar) pure migliorate!!…..contando il costo della moto in se e per se non irrisorio e altri almeno 4-5000€ (dall’italia anche di più) per il kit diciamo che spenderesti 10-11000€ per averla completa, una merdosa moto di 72 cv…quando con 10.000 (meno se usata) ci compri una 600 sportiva qualsiasi da almeno 130cv con il triplo della resa e dell’efficacia in pista e con cui competi contro le loro 1000cc…per favore va…poi dite è ben riuscita?? ma l’avete ben vista? è esteticamente goffa da morire la carena troppo forzata…basta guardare l’anteriore quanto è già incollato alla ruota, a prima staccata la spacchi contro il copertone, tranne se non metti l’assetto così rigido da essere una pietra e a quel punto sta moto diventa inguidabile con la ciclistica che ha e quel telaio (lo so per esperienza diretta), il cupolino è inutile e insulso, troppo basso, basta vedere la foto laterale! appena provi a metterti in carena manco ci entri col casco e se sei alto ti poggi il collo sul plexiglass….Vorrei ricordare che è una moto nè da corsa la monster nè di chissà che dimensioni….la sella è l’originale con il coprisellino passeggero, potevano dato che il concetto è prontopista modellarlo tenendo la forma gradevole ma facendo la sella da pista in neoprene e la forma la tenevano con la carenatura, quello scarico basso è copiato dalla ER.6n e la MV agusta, insensato sulla monster, ma capisco la voglia di eliminare quegli ingombri dietro e farla più filante…io avrei optato per lo scarico sottosella unico o sdoppiato sotto sella e laterale…le gomme restano da 125cc anche con sta modifica….risultato? soldi buttati, come ogni ducati!!!

  7. Gianni

    2014/09/17 at 12:00 PM

    giovanni grazie per avermi rallegrato la giornata.. non avevo mai letto così tante cavolate tutte insieme

  8. Matteo

    2014/09/26 at 1:04 AM

    Caro Giovanni , da ducatista convinto quale sono, sarei pronto a scommettere che gli squadroni di giapponesi che lavorano dietro alle tue tanto esaltate “moto ad alte prestazioni low cost” non siano in grado di tirar fuori una carenata su base naked esteticamente e qualitativamente migliore di questa… Magari avrebbero potuto sprecarsi un po’ più sul codino ok… Ma sentire uno che mi viene a dire che uno scarico QD ( e a questo proposito ti invito a fare delle ricerce accurate a riguardo) sia paragonabile a quello di una Er-6n o ancor peggio con quello di una MV ( con cui non ci azzecca proprio una fava) mi fa pensare che tu Le Moto ( quelle vere) le abbia viste solo sui giornali e mai da dietro un tachimetro… Detto questo Complimenti al tale che ha creato questa racer e onore ai cari vecchi due cilindri Italiani che da sempre ci regalano forti emozioni!
    La libertà di parola é un diritto inviolabile… Ma certe stronzate non si possono proprio sentire!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in Ducati