Connect
To Top

Confermato: Luca Scassa correrà in Inghilterra nella BSB (British SuperBike) con Honda

Lo avevamo già annunciato, ecco la conferma: Luca Scassa, il pilota Aretino, correrà con il prestigioso Team Padgett di Clive Padgett nel campionato inglese SBK, il BSB appunto, in sella alla Honda CBR 1000 Fireblade.

Una scelta coraggiosa per Luca che si pone davanti ad una interessante sfida che ricorda un po’ quella del 2007, quando emigro’ a cercare fortuna negli States con la MV Agusta. Luca e’ davvero entusiasta della scelta e dell’opportunità di correre con l’importante Team inglese che vanta una lunga tradizione di successi sia nel BSB che nel Tourist Trophy. E tutto questo entusiasmo lo si coglie nelle sue parole:

[box_dark]

“Sono contentissimo di aver firmato questo contratto con Clive Padgetts.Il BSB per me e’ una nuova sfida, un po come quella del 2007 quando sono andato a correre in america.
In questo campionato ci sono tanti piloti, tutti molto forti: alcuni di loro sono gia stati miei avversari i passato nel Mondiale Superbike e non vedo l’ora di battagliare di nuovo con loro. Ho ricevuto altre offerte per correre nel Mondiale SBK o SS ma la determinazione con la quale Padgetts mi ha voluto con loro e la passione e la carica che mi ha trasmesso mi hanno convinto ad accettare questa emozionante avventura!

Per i meno esperti, correre nel Campionato Inglese puo’ sembrare un passo indietro che, in realta’, non e’. I motivi principali per i quali ho deciso di venire a correre qui sono due: il primo motivo e’ che la Superbike nel BSB e’ la categoria che apre le porte ad una possibile moto ufficiale nel Mondiale Superbike ( vedi Camier, Rea, Haslam ) e nessun altro campionato nazionale riesce a darti certe possibilita’.
Il secondo motivo e’ il regolamento: centralina unica per tutte le moto, niente traction control, niente launch control, niente ride-by-wire, praticamente la vera Superbike, quella “vecchio stile” e, mi auguro, quella del futuro.

Non vedo l’ora di salire in moto e iniziare con i primi test.La settimana scorsa sono stato in Inghilterra e ho tastato con mano la passione e la professionalita’ del team Padgetts: sono sicuro che faremo grandi cose insieme.
Ho proprio voglia di divertirmi e ringrazio il team che mi ha messo nelle condizioni di poterlo fare.”

[/box_dark]

Insomma, “The Rocker” è davvero carico e pronto ad esprimere il miglior rock anche in terra britannica. Le basi ci sono, team e piloti paiono davvero affiatati; non gli resta che dare del gran gas e sperare che, quest’anno, sia l’annata giusta, il trampolino di lancio per permettergli di ritornare in WSBK con un team ufficiale e mettere finalmente le mani su quel titolo tanto atteso.

C’è da dire, però, che Luca dovrà vedersela con un avversario tosto come Nitro Nori, anche lui approdato nel Campionato BSB  2012 in sella alla Yamaha del Team Swan… un grosso in bocca al lupo a entrambi, e speriamo ci regalino tanti duelli emozionanti!



2 Comments

  1. Pingback: Anche Polita vola in BSB: per lui la 1199 Panigale del neonato team Jentin Doodson | Pianeta Riders

  2. Pingback: Intervista a Luca Scassa: dall'avventura nella SuperBike inglese 2012 alla nuova Panigale | Pianeta Riders

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in Competizioni