Connect
To Top

Test SBK Phillip Island 2013: Sykes chiude bene!

Terzo crono nell’ultimo giorno di Test per il pilota Kawasaki, che ritrova “polso” dopo l’incidente della scorsa settiamana. Le sue dichiarazioni in vista della Gara.

Poco meno di 72 ore al via del GP di Phillip Island, prima tappa del Campionato 2013, e per il vicecampione del Mondo – Tom Sykes – è finalmente ora di fare sul serio. Il polso non è ancora del tutto ok, ma la situazione inizia a girare dal verso giusto. Si coloreranno di verde i cieli d’Australia? Difficile dirlo. La concorrenza è agguerrita e il circuito non è di quelli da prendere alla leggera. Ma Tom ha Tre armi micidiali dalla sua parte: la manetta, la sua Ninja, e un Team affiatato che il Rider inglese non smette mai di ringraziare.

[box_dark]

Tom Sykes

“Ho sicuramente usato molto, oggi, il mio braccio infortunato. Il mio capo meccanico ha fatto un buon lavoro. Il polso mi fa ancora un po’ male, ma al di là di questo, ho molta fiducia in Kawasaki e in tutto il team. Un grande grazie alla mia squadra e il mio team manager, Marcel Guim, perché hanno fatto un gran lavoro dopo l’incidente. Abbiamo iniziato a riorganizzarsi per essere al più presto dove dobbiamo essere. C’è ancora del lavoro da fare, ma con appena sei ore a disposizione, i ragazzi hanno fatto un lavoro fantastico, che ha reso la mia vita in sella più facile. Sono stato in grado di salire sulla moto e guidarla, e mi sono divertito. Ero un po’ teso a causa del circuito e dell’incidente di qualche giorno fa, ma ho finito bene, raccogliendo moltissime informazioni. Ho la fortuna di avere alcune persone intelligenti che lavorano con me e abbiamo recuperato in fretta il terreno perduto. Abbiamo fatto molti giri ieri e mi sentivo bene, quando mi sono svegliato questa mattina.”

[/box_dark]

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in SuperBike