Connect
To Top

SBK 2013: report presentazione Aprilia Racing Team… voi non li tifereste? (video)

Una squadra forte, con successi che si susseguono di anno in anno, piloti ipermotivati, ma anche…

Splende il sole a Milano, ma il freddo è ugualmente quello pungente di una mattina di febbraio. Fortuna che il tepore dei motori mi eviterà l’ipotermia. Anzi no, ci pensa una donna. Poco prima di metter piede allo Spazio Broletto, lo show-room del Gruppo Piaggio dove si terrà la presentazione, incrocio Pippa Morson, la splendida ragazza di Eugene Laverty. Proprio una settimana fa parlavo di lei inserendola nella classifica delle 10 donne più affascinanti dei piloti SBK e MotoGP. Ebbene sì ragazzi, queste sono vere e proprie “emozioni SBK”… e non si placano neanche a motori spenti.

Ritrovo a fatica la concentrazione ed entro nello spazio Broletto, tra colleghi di fama e addetti ai lavori, tutti indaffarati a immortalare le novità SBK Aprilia 2013. Un evento importante, questo. Insomma, la casa di Noale esce vittoriosa dal mondiale delle derivate 2012 grazie a quel manico di Max Biaggi. Pesa una grossa responsabilità sull’intera squadra, bisogna fare bene fin da subito anche ora che Max non c’è.

Ok, prima di proseguire col report, vi lascio respirare un po’ dell’aria Racing che pervadeva la sala

Incontro Sylvain e scambio due parole con lui. Parla italiano, è alla mano, e pare più agitato per quello che dovrà dire ai microfoni di lì a poco, che per la stagione che lo attende. Poi qualche foto e inizia la conferenza stampa. Sul palco si alternano i “generalissimi” del gruppo Piaggio e i rappresentanti dell’Aprilia Racing Team (leggi, Aligi Deganello e Luigi Dall’Igna). Tanti, i buoni propositi: una moto più competitiva, la carta Guintolì e il giovane talento irlandese Laverty. Sylvain tranquillizza i presenti paragonandosi simpaticamente a un “vino italiano”: più invecchia e più rende. Speriamo. A noi questo Francese non dispiace affatto!

Eugene Laverty, sempre serio e professionale, dalla sua ha un anno di esperienza in Aprilia maturato la scorsa stagione a fianco del Corsaro, e ha anche la faccia di uno che il titolo se lo vuole portare a casa a tutti i costi. Poi si scoprono le moto, solita calca per immortalarle. Sempre affascinante l’Aprilia RSV4, ancor di più nell’accattivante livrea racing, anche se, ad essere sinceri, la grafica non pare scostarsi più di tanto da quella vista nella scorsa stagione. Squadra – e colori – che vincono non si cambiano.

Poi due graziose ragazze si posano su quelle selle in neoprene. Per un attimo dimentico la SBK, l’RSV4 2013 e tuttii suoi tentativi di catturare la mia attenzione. Insomma, d’accordo i successi della casa di Noale, la voglia di voltare pagina alla grande dopo l’era Biaggi, l’esperienza del reparto Corse e del suo team, ma diteci la verità… voi con due bellezze così non tifereste Aprilia a prescindere, per tutta la stagione?

Si scherza Ragazzi… e un grande in bocca al lupo alla RSV4 e a tutto il Team. Manca poco ormai, Phillip Island è alle porte.


1 Comment

  1. Pingback: Test SBK Phillip Island 2013, Day 1: Laverty in vetta, Sykes KO... e per Checa sono dolori! | Pianeta Riders

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in SuperBike