Connect
To Top

Test BMW F 700 GS: il CrossOver tedesco si rinnova (video)

La Prova del CrossOver tedesco,  F700GS, per scoprirne pregi, difetti e caratteristiche di guida. La moto è disponibile nelle concessionarie BMW al prezzo di 9.500 Euro chiavi in mano. Test, Gallery, video e Scheda Tecnica

Archiviata la F650GS, BMW entra decisa nel segmento dei CrossOver – mezzi d’impostazione enduro, nati per l’utilizzo prettamente stradale – con la nuova F700GS, evoluzione non solo estetica del precedente modello. Ad arricchire la dotazione di quest’ultima versione, infatti,  giungono una  serie di migliorie, e piccoli accorgimenti, che  danno maggiore carattere ad un mezzo dalle doti interessanti. Pochi difetti (qualcuno lo abbiamo trovato),  e tanti pregi per una moto che convince nell’utilizzo a 360°, tra città e turismo a medio raggio. Infilate il casco e scopriamola insieme!

DESIGN E FIILOSOFIA DEL MEZZO

A guardarla lo capisci subito…

Rispetto al passato, cambia di netto il look della moto, che abbandona le linee un po’ anonime che caratterizzavano la precedente F650GS, per affilare gli orizzonti e snellire i volumi. Il risultato è una piacevole sensazione di concretezza e dinamismo, che riflette in pieno la filosofia costruttiva del mezzo, nato per assecondare le esigenze di quei Riders desiderosi di spostarsi velocemente in città, durante la settimana, per poi inforcare la moto, a caccia di nuove terre da esplorare nel week-end.

Più curata!

I nuovi comandi al manubrio traghettano finalmente la “piccola” GS nel XXI secolo, con blocchetti ora più moderni e funzionali. Le plastiche della carrozzeria sono ben raccordate e, in generale, si percepisce un bel senso di qualità da qualunque lato la si guardi. Leggibile e completo il quadro strumenti, che con  un semplice colpo d’occhio consente di avere tutto sotto controllo senza perdere concentrazione alla guida.

Non si tratta di un semplice lifting

F700GS propone anche aggiornamenti ciclistici interessanti, come il doppio disco per la frenata anteriore, e l’ABS a due Canali di serie. Il motore, invece, l’affidabile bicilindrico in linea da 798 cc, rimane pressoché identico alla precedente versione con appena una manciata di cavalli in più (ora 75). Eppure, la sensazione di una maggiore grinta su tutto l’arco di erogazione, soprattutto ai medi regimi, è piuttosto evidente. Merito di un semplice intervento alla trasmissione finale, dove spunta una corona con un dente in più.

Il comfort migliora con la sella “optional”

Se il vecchio modello era noto per una sella non esattamente morbida su cui poggiare le terga, la situazione non cambia troppo sulla nuova F700GS. Meglio correre subito ai ripari con la sella comfort reperibile nel catalogo BMW, insieme ad una quantità industriale di accessori capaci di trasformare questo CrossOver in qualunque cosa desideriate… o quasi (se potete, non rinunciate alle manopole riscaldabili. Usatele in inverno e capirete perché). Sella a parte, la posizione di guida è ergonomicamente perfetta e vi consentirà di macinare chilometri su chilometri, senza mai stancarvi.

[divider]

IN SELLA

Comoda sì, ma il plexy è troppo slim

Se, come anticipato, una volta in sella si viene accolti da una posizione di guida comoda, con un’ottima triangolazione sella-manubrio-pedane, rispetto al modello precedente si riduce un po’ troppo il cupolino anteriore. Il risultato è una protezione all’aria efficace non oltre i 120/130 Km/h indicati. Se avete in mente lunghi viaggi, quindi, meglio dotarsi di una protezione più efficace.

Reattiva su ogni percorso

Ovunque la portiate a spasso, città, autostrade, tangenziali, infernali toboga tutte curve, la prima dote che emerge della F700GS è la prontezza del motore, che reagisce con una bella vivacità alle aperture del gas. Merito delle modifiche poc’anzi accennate, che regalano maggiore personalità all’erogazione rendendo la moto davvero divertente su ogni percorso. La spinta è già robusta nella parte bassa del contagiri, per poi farsi piena e appagante a metà scala, ovvero proprio lì dove serve. Oltre i 7.500 giri, il bicilindrico mantiene comunque una bella verve, ma in accelerazione viene spontaneo passare al rapporto successivo, snocciolando di gusto una marcia dietro l’altra. Operazione resa ancora più piacevole dalla frizione morbida e dal cambio preciso, che non perde un colpo.

Agile e spigliata

Nonostante la ruota anteriore da 19’’ possa lasciare intendere una certa inerzia nella guida allegra sui percorsi più tormentati,  le quote ciclistiche “furbe” e l’ottima distribuzione dei pesi  (il serbatoio – quello vero –  è ad esempio situato sotto la sella), consentono di danzare con scioltezza nel misto, dove la moto mostra un comportamento neutro e sempre “obbediente”. Peccato solo per la forcella che può andare in crisi se messa particolarmente sotto stress, o se si pinza con molta decisione, magari a pieno carico. Ma la F700GS non nasce certo per la guida nervosa e le staccate assassine. Meglio pennellare le curve e godersi la strada… ben frenati, a patto di strizzare forte la leva negli arresti più decisi, e sempre sicuri su ogni tipo di fondo, grazie all’ABS a due canali (disinseribile) offerto di serie.

Fuoristrada? No, grazie!

Se avete in mente di percorrere lunghi tratti in off-road, durante le vostre avventure, forse meglio che vi rivolgiate alla F800GS. Con la F700GS si affrontano con tranquillità solo le classiche strade bianche in terra battuta. Meglio non chiederle oltre. Chiudete il gas, quindi, e godetevi il paesaggio…

[divider]

CONCLUSIONI

Confort, bassi consumi (oltre 20 Km/l, la media registrata), erogazione e feeling di guida immediato, le doti migliori di questa moto, che convince in viaggio e diverte tra le curve, grazie alla risposta sempre vivace del motore e al comportamento neutro in piega, che invoglia e pennellare curve, una dietro l’altra.  Piace meno, invece, la resa della forcella, che si preferirebbe regolabile, per avere maggiore sostegno quando serve, e per limitare una certa sensazione di leggerezza all’anteriore,  avvertibile soprattutto sui curvoni veloci.

BMW F700GS è in vendita presso la rete BMW Motorrad al prezzo di 9.500 Euro chiavi in mano, nei colori rosso, grigio chiaro e grigio scuro.  Qui in basso, trovate un video con la moto “all’opera” durante una tipica giornata in sella! A seguire, la Gallery e la scheda Tecnicae alla prossima Ragazzi!

[toggle_box title=”Scheda Tecnica BMW F700GS” width=”Width of toggle box”]
Motore
Tipo bicilindrico, 4 tempi, raffreddato a liquido, 4 valvole per cilidro, 2 alberi a camme in testa, lubrificazione a carter secco
Alesaggio x corsa 82 mm x 75.6 mm
Cilindrata 798 cc
Potenza massima 55 kW (75 CV) a 7.300 giri/min
Coppia massima 77 Nm a 5.300 giri/min
Rapporto di compressione 12 +/- 0,3 : 1
Alimentazione / gestione motore BMS KP / con regolazione variabile
Catalizzatore catalizzatore a 3 vue, normativa sui gas di scarico Euro-3
Prestazioni / Consumo
Velocità massima 192 km/h
Consumo in l/100 a 90 km/h 3.9 l/100
Consumo in l/100 a 120 km/h 5.1 l/100
Tipo carburante benzina senza piombo a 95 ottani
Impianto elettrico
Alternatore alternatore a magnete permanente, a 400 W (potenza massima)
Batteria 12 V / 12 Ah
Trasmissione
Frizione dischi multipli in bagno d’olio ad azionamento meccanico
Cambio sei marce ad innesti frontali integrato nel basamento del motore
Trasmissione secondaria catena con parastrappi nel mozzo ruota posteriore
Ciclistica / freni
Telaio traliccio
Sospensione anteriore forcella telescopica, Ø 41 mm
Sospensione posteriore forcellone a doppio braccio in lega di alluminio, sospensione centrale, precarico molla regolabile tramite manopola ad azionamento idraulico; sospensione regolabile in estensione
Escursione complessiva / ruota 170 mm / 170 mm
Passo (in assetto normale) 1,562 mm
Avancorsa (in assetto normale) 95 mm
Inclinazione (in assetto normale) 64°
Ruote in lega di alluminio
Dimensioni cerchio anteriore 2.50-19 MTH2
Dimensioni cerchio posteriore 3.50-17 MTH2
Pneumatico anteriore 110/80-19
Pneumatico posteriore 140/80-17
Freno anteriore doppio disco (Ø300 mm), pinza flottante a doppio pistoncino, ABS
Freno posteriore disco singolo (Ø 265 mm), pinza flottante a pistoncino singolo, ABS
ABS Standard
Dimensioni / Pesi
Lunghezza 2,280 mm
Larghezza (compresi specchi) 880 mm
Altezza (senza specchi) 1,215 mm (parabrezza di serie)
Altezza sella con peso a vuoto 790 mm (sella alta: 820 mm, assetto ribassato: 765 mm)
Arco del cavallo, con peso a vuoto 1.760 mm (sella alta: 1.810 mm, assetto ribassato: 1.710 mm)
Peso in ordine di Marcia con peso di benzina 1) 209 kg
Peso a secco 2) 186 kg
Peso totale ammesso 436 kg
Carico utile (con equipaggiamento di serie) 227 kg
Capacità utile del serbatoio 16 l
Di cui di riserva circa 4 l
[/toggle_box] [box_dark]

Abbigliamento Tecnico della Prova

  • CASCO: AGV Grid Agostini replica (integrale, dal taglio Racing, si adatta anche all’utilizzo quotidiano, grazie alle ottime  doti di comfort. Caratterizzato da un’elevata qualità costruttiva, garantisce standard di sicurezza al Top della categoria);
  • GIUBBOTTO: IXON Ninety 6 (giubbotto in pregiata pelle dal taglio vintage. Fascino e vestibilità, che si uniscono ad ottime doti di polivalenza grazie all’imbottitura estraibile che lo rende adatto, tanto alle mezze stagioni, quanto ai rigori invernali. Oltre alle classche protezioni su spalle e gomiti, è presente un resistente guscio dorsale);
  • STIVALI: StylMartin Street Carbon (in pelle pieno fiore idrorepellente, questi stivali touring, dal taglio sportivo, si rivolgono al motociclista che non rinuncia ad uno stile sprint anche nelle “scorribande” su strada. Massimo comfort e sicurezza grazie all’elevata cura costruttiva e alle protezioni che “tutelano” con efficacia le zone più esposte del piede in caso di caduta);
  • GUANTI: IXON RS Rain HP (dal taglio medio, sono dotati di un particolare trattamento che li rende caldi e idrorepellenti, ma poco ingombranti, e quindi molto comodi da indossare, senza essere d’intralcio alla guida).
[/box_dark]

6 Comments

  1. Paco

    2013/01/17 at 11:20 AM

    levaci 1.000 euro ed è perfetta 😛

  2. Claudio Salerno

    2013/01/17 at 11:54 AM

    esteticamente molto meglio della precedente che conosco bene per averla guidata durante un lungo viaggio. Una moto solida e onesta, e se ci sai fare ci puoi andare anche forte. Se poi in questa versione è migliorata anche la vivacità del motore immagino che sia anche più divertente da guidare. La sensazione di leggerezza all’anteriore non mi stupisce, c’era anche sulla 650GS sul veloce, ma niente di preoccupante (è sempre una moto stradale). Il doppio disco ci voleva (vederne uno solo era strano su una moto di questa cilindrata) e va un applauso all’ABS di serie (lo dovrebbero offrire tutti!!!!). Confermo, come sopra, che l’unico problema di questa moto è il prezzo, oltre alla concorrenza in casa della F800GS che non costa poi molto di più

    Saluti Claudio!

  3. Riccardo Sonsini via Facebook

    2013/01/18 at 10:36 AM

    Complimenti all’autore, l’articolo e’ veramente ben fatto! Solo rimane il dubbio sul perché la moto sia inadatta a qualcosa di più di una strada bianca. Si può immaginare, ma viene da domandarselo

  4. Pianeta Riders via Facebook

    2013/01/18 at 6:11 PM

    Grazie Riccardo, per i complimenti e per lo spunto che mi dai.
    Giusto la prossima settimana ritiriamo la F800GS 2013, più “dotata” in termini di off-road, e sarà proprio l’occasione giusta per sottolineare questo aspetto, rispetto alla “sorelina” F700GS

    D

  5. paolo chiocchetti

    2013/01/23 at 3:22 PM

    Posseggo la nuova f 700gs, sono molto contento della guida su strada va via liscia e morbida che e’ un piacere. per quanto riguarda il difetto che ho riscontrato, e’ che la prima e’ molto lunga e di conseguenza non ha uno scatto bruciante. La leva del cambio a motore caldo non ritorna immediatamente.

  6. Marilena Polesine

    2013/02/12 at 4:57 PM

    Siamo insieme da 1 mese circa. la lovvo tantissimo. Felicissima dell’acquisto 🙂

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in Bmw