Connect
To Top

Test BMW R 1200 GS 2010: al banco di prova la regina delle Maxi-Enduro

GS, ovvero, Gelande Strasse: “Strada Sterrata”. Questa è la sigla che da sempre caratterizza le Maxi-Enduro della casa dell’Elica. Un segmento nel quale BMW, in questi ultimi anni, ha dettato legge (almeno in fatto di vendite) con la sua R 1200 GS. Un autentico Best Seller che ha riscosso consensi in molti paesi piazzandosi, in alcuni casi, ai vertici delle classifiche di vendita. Abbiamo deciso di mettere le mani su questa fantastica endurona, curiosi di verificare tanta bontà e il segreto di un successo inarrestabile.

DA FERMA. Grande, grossa, imponente come un carro armato, la GS è di quelle moto che non passano certo inosservate; e ad amplificarne il fascino concorre non poco la fama di viaggiatrice inarrestabile costruita in tanti anni di onorato servizio (nelle sue precedenti incarnazioni, è stata persino capace di vincere più volte la mitica Paris-Dakar). La prima cosa che colpisce è l’elevatissimo livello delle finiture, ma soprattutto, la linea inconfondibilmente Bmw: muso a becco d’anatra, fari asimmetrici, monobraccio, un bel paio di cerchi in lega (con possibilità di montare optional anche quelli a raggi tubeless), trasmissione cardanica, motore Boxer e sistemi Paralever e Telelever rispettivamente per le sospensioni anteriore e posteriore. La moto della prova era inoltre equipaggiata con svariati optional interessanti, come il famoso controllo delle sospensioni ESA (con un semplice pulsante che si trova a sx del manubrio è possibile modificare sia il precarico che la regolazione idraulica degli ammortizzatori), il  controllo di trazione (ASC), l’ABS e le sempre utilissime manopole riscaldate che, con questo clima non ancora primaverile, hanno fatto “sentire” la loro piacevole presenza. Completo e di facile lettura il quadro strumenti composto da due elementi circolari (contachilometri e  contagiri) e da un utilissimo display multifunzione che raccoglie informazioni quali il livello carburante, la temperatura e addirittura, sulla nostra moto, la  pressione degli pneumatici: notevole!

[nggallery id=40]

IN MARCIA. Appena si sale in sella, la GS rivela immediatamente la sua natura: un’ endurona da turismo comoda e accogliente per pilota e passeggero. Si assume una postura con il busto perfettamente dritto, mantre l’ampio manubrio regala da subito una immediata sensazione di controllo. Solo nelle manovre da fermo la moto è un po’ impacciata vista la stazza, ma non appena in movimento, il notevole peso di circa 203 kg a secco sparisce tutto, o quasi!

Test Bmw R1200GS 2010 potenza, velocità, caratteristiche, guida, impressioni

Si gira la chiave, si aspetta che la centralina abbia completato il check, e via, il motore emette all’istante un gran bel borbottìo. Poi un colpo di gas e il Boxer ruggisce, con la coppia di rovesciamento che fa inclinare la moto leggermente sulla destra. Gran bel Sound davvero,  merito anche della nuova valvola adottata allo scarico: non mi aspettavo assolutamente una timbrica di “voce” così aggressiva da parte di una Bmw da Turismo. Adesso bisogna  solo prendere un po’ di confidenza con i comandi al manubrio di questa ragazzona tedesca: gli switch  di attivazione delle frecce sono disposti uno per parte, con il pulsante per il relativo disinserimento sul manubrio lato destro; il comando dello start è posto sempre sullo stesso lato, ma in alto sul blocchetto, dove di solito c’è lo stacca batteria. Nulla di complicatissimo, piccolo reset mentale e via. Inserisco la prima e qui arriva la prima sorpresa inaspettata: il cambio emette un “Clonk” di altri tempi e  continua così anche con le marce più alte (cosa che purtroppo si ripete anche in scalata) almeno ai regimi di motore più bassi; in velocità le cose migliorano e il cambio risulta preciso con una corsa della leva solo un pelino lunga. Un comportamento che mi provoca un pizzico di delusione. Il motore, in compenso, spinge davvero forte. Docile e regolare se si tengono ritmi blandi (ottimamente a punto il sistema di iniezione), questo Boxer ti tira fuori dalle curve con una bella spinta fin dai 2.000 giri. Ma è varcando la soglia dei 3.500 che esprime il meglio di sé, fiondandoti letteralmente in avanti con una notevole spinta fino al limitatore posto a circa  8.500 giri. Ma non conviene spingersi tanto oltre. L’ideale è tenere il motore tra i 4.000 e i 6.500 dove regala un valore di coppia pari a 120 NM. Un range di utilizzo in cui ci si diverte da matti godendo della straordinaria robustezza dell’erogazione: il Boxer 1200, all’occorrenza, sa essere un vero toro. Non dimentichiamoci, infatti, che questa versione 2010 adotta le nuove teste con distribuzione DOHC a doppio albero a camme utilizzate sulla HP2  Sport, nuove valvole più grandi, nuovi collettori di aspirazione, e un nuovo airbox completamente ridisegnato. Il tutto in grado di esprimere ben 110 cv a 7750 giri/min. Grande carattere, quindi, e vibrazioni tutto sommato contenute (anche se, devo ammettere, me ne sarei aspettate ancora meno).

[nggallery id=41]

Per quanto riguarda la ciclistica, invece, una volta presa confidenza con il particolare sistema di sospensioni Bmw (Telelever e Paralever), la moto risulta essere molto sincera, seguendo perfettamente i comandi impartiti dal pilota. Dotata di una buona agilità, scende in piega abbastanza facilmente e con fluidità, anche se nella guida più spinta (che non è esattamente il terreno di caccia di questa GS), nonostante si riescano a tenere ritmi piuttosto elevati è richiesto un notevole impegno  fisico e mentale per gestirne al meglio la stazza. Abs e Controllo di Trazione perfettamente a punto (tra l’altro disinseribili con una semplice pressione sull’apposito pulsante), offrono un grande aiuto, soprattutto sui fondi con scarsa aderenza, anche se, tra i tornanti, nelle sessioni di guida più aggressiva, ho preferito disinserire l’ABS tornando ad una frenata tradizionale solo all’anteriore che mi ha regalato molta più fiducia. Impressionante, invece, il sofisticatissimo sistema Esa: si cambia carattere alla moto con un semplice colpo di click sul pulsante alla propria sinistra. In questo modo è possibile sperimentare i numerosi settaggi a disposizione per il reparto sospensioni: Sport (più rigide), Normal, Confort (più morbide), solo conducente, conducente più passeggero, con bagagli, senza bagagli, etc.

Proseguendo con la prova lungo alcuni TRATTI VELOCI E AUTOSTRADALI, ho potuto verificare le ottime doti di confort e protezione all’aria, il cui merito va soprattutto al bel cupolino alto, coadiuvato dai paramani e dalla forma del serbatoio. Un mix che regala una piacevole sensazione di riparo dal vento, il cui giovamento è evidente nei lunghi trasferimenti. Ottima anche la stabilità nei lunghi curvoni affrontati in velocità e sui giunti dei cavalcavia sui quali la GS non si è minimamente scomposta.

A stupirmi, poi, anche il comportamento in CITTA’. Grande e grossa com’è non lo diresti mai, eppure la moto ha mostrato buone doti di agilità  nel traffico. Occorre prestare solo un po’ di attenzione alle dimensioni non proprio da mono, sopratutto con le borse rigide che aumentano notevolmente l’ingombro laterale.

IN CONCLUSIONE. Boxer promosso a pieni voti: erogazione vigorosa e allo stesso tempo gestibile; come anche l’abitabilità e le doti ciclistico-dinamiche che, nonostante il peso, consentono spunti interessanti anche nella guida sportiva. Rimandato a settembre, invece, il cambio (un po’ troppo rumoroso), mentre è da rivedere il cardano che, rispetto a quello, ad esempio, della Guzzi Stelvio ha mostrato qualche “schiocco” di troppo nell’apri e chiudi. Piccola nota di demerito, infine, anche per l’indicatore del livello carburante non proprio precisissimo (per poco non ci ha giocato un brutto scherzo… fortuna che non eravamo su un sentiero tibetano).

Già disponibile presso tutti i concessionari Bmw, per la GS (in versione base) sono necessari 14.550 euro. Quattro le colorazioni tra cui scegliere: Alpine white, Magma Red, Ostra Grey metallizzato opaco, Nero Zaffiro metallizzato.

____________________________________________________________________

BMW R 1200 GS  IN SINTESI

Pregi Difetti
Erogazione motore Sensazione di peso
Ciclistica Rumorosità cambio
Guidabilità Cardano non perfettamente a punto
Finiture Indicatore livello carburante poco preciso
Confort  

 

____________________________________________________________________

COMPORTAMENTO SU STRADA

Urbano Extraurbano (tra le curve) Autostrada
Ottimo Buono Ottimo
   
[Si ringrazia il concessionario BMWVittoria Motorrad” di Pisa, per la grande gentilezza e disponibilità]

41 Comments

  1. Sante

    2010/03/23 at 12:41 PM

    Ottimo Test. La GS se la deve vedere con concorrenti sempre più agguerrite: Stelvio, Adventure (KTM) e anche se non proprio dello stesso segmento, la nuova multistrada (ci sarebbe anche la Morini Granpasso, ma va be’).
    Comunque se è la più venduta un motivo ci sarà 😉

  2. Emiliano79

    2010/03/25 at 12:50 PM

    Sarebbe interessante un bel confronto con la nuova Yamaha Supertenere. Secondo me, in questo momento, l’unica vera antagonista della GS dal punto di vista commerciale

  3. Pingback: BMW R1200GS Vs Ducati Multistrada: ha senso una comparativa tra queste due moto? (video) | Pianeta Riders

  4. Pingback: Test Ktm Adventure 990: l’alternativa rilevante | Pianeta Riders

  5. Pingback: Coming Soon: prossimo Test moto in arrivo | Pianeta Riders

  6. Pingback: Test Triumph Tiger 1050: la Maxi-Enduro a prova di elettronica | Pianeta Riders

  7. santoro crescenzo

    2010/05/25 at 7:58 PM

    Come vorrei che la mia r1200gs mod 2010 full optional andasse forte come la avete descritta spero di essere un caso isolato ma la mia moto soffre il peso della seconda persona,ha dei vuoti con spegnimento dai 1300/2000 giri strattona all’apertura del gas scatta,premetto che a fine maggio compie 3 mesi e stato sostituito il cilindretto della frizione sotituita piastr dello sterzo, allineato un asse a gamme perche era spostato di 1 grado centralina aggiornata 3 volte adesso dicono che devono sostituire i due pignoni dove scorre la catena di distribbuzione.ogni mattina quando accendo il quadro si sente un bib bib dalla centralina dove e appoggiata la valvola parzializzatrice.mi hanno risposto piu di una volta, bho!premetto di essere stato un affezionato cliente bmw con le macchine.ma con le moto mi sto un po ricredendo.

  8. Pingback: Super Prova Ducati Multistrada 1200 2010: tutto, ma proprio tutto, sull’arma totale di Borgo Panigale | Pianeta Riders

  9. Pingback: In attesa del nostro Test-Prodotto, gli occhiali EMBLEMA in prova al BMW GS-Day | Pianeta Riders

  10. santoro crescenzo

    2010/06/25 at 11:19 PM

    :?:IO dico che questo gs full optional che possiedo mod.2010.e pieno di difetti .il problema credo che sia uno solo. e che la bmw ultimamente sta giocando al ribasso con questo voglio dire che i collaudatori li fa fare agli accquirenti enon ai collaudatori veri e propri.la cosa che mi fa rabbia e che il personale dei conc non sono all’altezza per l’assistenza di questo ultimo modello del gs forse perche non vogliono o non possono fare i corsi di aggiornamento,possiedo la nuova moto da tre mesi ed ha avuto molti problemi qualcuno e stato risolto non grazie a loro qualcun’altro esiste ancora e non sanno dove mettere le mani secondo voi bmwisti e’ possibile una cosa del genere?.

  11. Pingback: Rumors novità moto BMW 2011: S1000RR naked e R 1200 R con upgrade HP2 | Pianeta Riders

  12. cidiemme

    2010/07/16 at 4:02 AM

    @ Emiliano79:
    …110cv ,costa uguale, ha meno coppia ,pesa di piu’, il motore fa ridere…come fa ad essere l’antagonista del gs?…il multistrada sull’asfalto è migliore,il ktm lo è sullo sterrato…ma l’equilibrio del bmw è ancora,x ora,inattaccabile!

  13. Emiliano79

    2010/07/16 at 11:41 AM

    @ cidiemme:
    guarda, io sono un po’ più d’accordo con quello che hanno scritto qui stamattina all’inizio del post 😉

    http://www.pianetariders.it/2010/07/dietro-le-quinte-del-%e2%80%9csuper-tenere-experience-2010%e2%80%9d-e-arriva-anche-il-blog-dedicato/9820

  14. Pingback: Yamaha Super-Ténéré 2010: il test della Montagna tra curve e sterrati nei dintorni del Passo Rolle | Pianeta Riders

  15. Mario

    2010/09/05 at 11:03 AM

    Bah! Due anni fa ho optato per la gs1200adv, dopo aver avuto per cinque anni il gs1150. Appena la ritiro non va una diavoleria elettronica che si chiama RDC. Rientrata dal concessionario dopo 20 Km. In officina mi avvertono che il consumo dell’elettronica scarica la batteria in 2 settimane se non la si usa bisogna tenerla attaccata con il manutentore (insomma come un cellulare che ha bisogno del caricabatterie). Uso autostradale e urbano, mai andato fuori asfalto a 10.000 km scoppia il paraolio dell’ammortizzatore posteriore (Ah si io peso 72 kg, sono proprio un vichingo!!!) Con Esa costa un botto, per fortuna in garanzia. Dai 15.000 km in accellerazione tra i 2.000 e i 2,500 giri si avverte un rumore sulla trasmissione (una vibrazione con rumore sordo di carterino), frizione no, cambio neppure. Cardano? Non si sa, speriamo non mi lasci di nuovo a terra. A proposito di frizione se avete il garage sottoterra con rampa di accesso ripida, preparatevi ad un buon odore di frizione bruciata ogni volta che vi tocca ripartire in salita. A leggere i forum se vuoi una grande GS preparati a sostituire le sospensioni, la batteria, la frizione e (pensate un pò) la sella. Mi chiedo quanto deve costare una moto! Rimpiango il vecchio GS. Tenuta per tre anni fuori sotto una tettoia, la batteria è defunta solo al quinto, mai usato nessun manutentore. Che dire! Che fossero meglio le r75 in dotazione ai tedeschi durante la IIGM?

  16. Giambattista

    2010/09/17 at 12:58 AM

    Dopo 10 anni di moto giapponesi ho acquistato una BMW R 1200 GS (30th Anniversary Edition), una delusione mi spiace dirlo!!!!!! Pecca di questo modello il cambio. Cambio molto rumoroso, nel traffico ti fa impazzire l’inserimento della prima e la cosa più brutta che nel momento che tiri le marce dai 4000 ai 5500 giri il cambio dalla quarta alla quinta slitta la frizione. I meccanici BMW dicono che non sono difetti…..che BMW è questa. Che dire rimpiango l’assistenza delle giapponesi e rimpiango le moto giapponesi.

  17. rizz

    2010/09/17 at 2:16 AM

    @ santoro crescenzo:

    eccome io ho una F800st…

    cercate problema mozzo posteriore, o meglio i cuscinetti del mozzo, con google ovviamente…

    poi tirate le somme da soli…

  18. Pingback: BMW R1200GS Triple Black 2011: la regina in nero | Pianeta Riders

  19. Pingback: BMW G 650 GS 2011: immagini, caratteristiche e Scheda Tecnica della entry level della famiglia GS | Pianeta Riders

  20. santoro crescenzo

    2010/12/15 at 9:24 PM

    @ santoro crescenzo:
    SALVE A TUTTI I RAIDERS DEL FORUM.SONO COSTRETTO A SCRIVERE QUESTO MSG PERCHE SONO ABITUATO A DARE A CESARE QUELLO CHE E’ DI CESARE.POSSEGGO R1200GS 2010 FULL.ALCUNI MESI FA’ MI SONO LAMENTATO DEL MIO NUOVO ACQUISTO.TUTTI I PROBLEMI CHE HA AVUTO ERANO DOVUTI AL LETTORE DI FASE,CHE NON COSTA PIU’ DI 2,50EURO.ADESSO HA COMPIUTO 9MESI E CON 29000KM, HO GIRATO MEZZA EUROPA ED IL 31CM PARTIRO’ PER LA TUNISIA FIDANDOMI CIECAMENTE DI LEI.CON QUESTO VOGLIO DIRE CHE LA MOTO E’ AFFIDABILISSIMA,E’ UNA GRANDE MOTO,LO POSSO DIRE SOLO ADESSO.LA BMW MADRE DOVREBBE IMPORRE DEI CORSI DI AGGIORNAMENTO AI MECCANICI DELLE CONC,LO DICO PERCHE PIU’ DI UNA VOLTA MI HANNO DIMOSTRATO DI NON CAPIRCI UN C….O, E’QUESTO IL MOTIVO CHE LA GENTE SI LAMENTA ADDIRITURA CAMBIA MARCHIO.SE NON FOSSE ARRIVATA IN CONC LA LETTERA DI RICHIAMO IO AVREI ANCORA OGGI QUEI PROBLEMI.DI QUESTO NE SONO SICURO.UN SALUTO E AUGURI DI UN BUON NATALE A TUTTI I RAIDERS DEL FORUM.

  21. Mr D

    2010/12/16 at 10:32 AM

    Grazie Santoro per la tua testimonianza e se ti va, facci sapere com’è andato il viaggio in Tunisia!

  22. dario

    2010/12/21 at 3:26 PM

    sono un grande utilizzatore di gs li h avuti tutti e spremuti per benino nelle strade di tutto il mondo con il primo gs 1100 ho fatto 110.000 km senza un lamento ,con il 100 gs tutta l’argentina e cile in fuoristrada 8con qualche problemino , e cos’ via , di 1150 ne ho avuti addirittura 4 ghran moto un po pesa ma veramnte grande , adesso ho un adv del07 che qualche problemino l’ha avuto senza lasciarmi per strada , però quello che noto ..e che con l’aumentare dell’elettronica nelle moto aumentano i guai che se anche da due soldi ti lasciano a piedi , ho diversi amici che hanno acquistato il my 2010 e tutti con qualche problemino che sicuramente verrà ovviato con il my 2010 questo è un po il prezzo che bisogna pagare per le primizie un salutone

  23. santoro crescenzo

    2011/01/11 at 7:30 PM

    MSG X MR.D. E TUTTI I RAIDERS IN ASCOLTO.SONO APPENA TORNATO DALL’ESPERIENZA DESERTICA IN TUNISIA. CON UN PICCOLO SCONFINAMENTO IN ALGERIA ET LIBIA.HO PERCORSO CIRCA 4000KM IN OTTO GIORNI DI CUI 2 GIORNI DI ASSOLUTO DESERTO CON PISTE PIETROSE E DUNE ABBASTANZA LUNGHE E PROFONDE.GIURO CHE NON AVEVO MAI FATTO,DOPO LA PRIMA DUNA FATTO PIANO ET CON DIFFICOLTA MI E’ STATO SPIEGATO DA ALCUNI ITALIANI CHE HO INCONTRATO SU UNA DELLE PISTE,CHE LE DUNE ANDAVANO FATTE AD UNA CERTA VELOCITA’ PER UN’OTTIMA RIUSCITA.HO ESEGUITO I LORO CONSIGLI E VI GARANTISCO CHE E’ STATA UNA GRANDE FIGATA.ED HO SCOPERTO CHE IL GELANDE STRASSE NON SI GUIDA MA SI CAVALCA,SU QUELLE DUNE SEMBRAVA CHE PATTINASSE.ADESSO SONO VERAMENTE CONVINTO CHE IL GS E’ NATO PRINCIPALMENTE PER FARE QUESTO.VI CONSIGLIO DI PROVARE QUESTA ESPERIENZA,UN SALUTO A TE MR.D E A TUTTI I RAIDERS.PS:SE LO FATE RICORDATEVI DI DISINSERIRE IL CONTROLLO DI TRAZIONE ET ABS,PERCHE MI E SUCCESSO DI FERMARMI E SPEGNERE IL MOTORE PER FUMARE UNA SIGARETTA,QUANDO RIPARTII PRESO DALLA ADRENALINA MI DIMENTICAI DI DISINSERIRLI E NELLA DUNA MI STAVO AFFOSSANDO.BIG FLASCH A TUTTI.

  24. Pingback: Mercato: la ricetta di Honda per combattere la crisi e nel 2011 la concept V4 CrossTourer diverrà realtà | Pianeta Riders

  25. ENZO

    2011/01/30 at 3:05 AM

    SALVE HA TUTTI HO IMMATRICOLATO IL 28 DICEMBRE 2010 UNA BMW 1200 GS CON ABS, SODDISFATTO DELL’ACQUISTO ESCO DAL CONCESSIONARIO E POCO DOPO HO DEI DIFETTI DI SPEGNIMENTO DEL MOTORE, ANCORA NON SONO ANDATO IN CONCESSIONARIO VISTO CHE E’ IN GARANZIA..GRANDE DELUSIONE, HO INVIATO LETTERA DI PROTESTA A BMW ITALIA E HO RICEVUTO RISPOSTA DI PORTARLA DA UN OFFICINA BMW(BELLA SCOPERTA), L’ALTRA VOLTA STAVO CADENDO A TERRA PER L’IMPROVVISO SPEGNIMENTO CHE MI HA CAUSATO UNA DISTORSIONE DEL GINOCCHIO E CAVIGLIA DX E CHIEDO DI ESSERE RISARCITO DEI DANNI CAGIONATI. LA COSA PIU’ GRAVE CHE LEGGO CHE QUESTO DIFETTO SI E’ REGISTRATO IN TANTE ALTRE MOTO E IL DIFETTO PERSISTE E LA BMW MI SEMBRA CHE NON LO ABBIA RISOLTO. ASPETTO RISPOSTE. GRAZIE ENZO

  26. santoro crescenzo

    2011/01/30 at 1:40 PM

    CARO ENZO CI SONO GIA PASSATO IO PRIMA DI TE SE TI VA LEGGI DALL’INIZIO I MSG FATTI DA SANTORO CRESCENZO E COSI’ TI POTRAI RENDERE CONTO DEI PROBLEMI CHE HA LA TUA BELVA.ANCHE IL MIO E’ UN GS 1200 FULL OPTIONAL IMMATRIC MARZO 2010.AVEVA I TUOI PROBLEMI DI VUOTI SPEGNIMENTI ECC.ECC.SE NON SONO MAI CADUTO E’ PERCHE HO AVUTO CULO.TI CAPISCO.IO HO ROTTO I MARRONI A BMW ITALIA TUTTI I GIORNI PER UN MESE ALLA FINE HO VINTO IO.LEGGITI I MIEI MSG TI SALUTO E FAMMI SAPERE,PS: IL MIO PROBLEMA ALLA FINE ERA DIFETTOSO IL LETTORE DI FASE CHE COSTA POCO PIU’ DI UN EURO,PENSO CHE A TE SIA LO STESSO PROBLEMA VISTO CHE I DIFETTI SONO GLI STESSI.UN FLESCH A TUTTO IL MONDO DELL’ELICA.

  27. ATTILA

    2011/02/16 at 12:02 AM

    UN SALUTO A TUTTI I GESSISTI IN ASCOLTO,VOLETE O NO FARVI SENTIRE DELLE VOSTRE RAMPICATE COL GELANDE STRASSE?

  28. Pingback: Perché MV Agusta avrebbe registrato il marchio Elephant | Pianeta Riders

  29. tonigno

    2011/04/12 at 9:49 AM

    Salve Ragazzi!
    Purtroppo il problema non è sempre legato alla sostituzione della ruota fonica!
    Ho un GS 2010 con 26.000 km. che ha il difetto di perdita colpi e spegnimenti da sempre e fin’ora, pur avendo fatto vari richiami e tentativi, e scritto a BMW il difetto non è stato eliminato.
    Ci sono parecchie moto nelle stesse condizioni della mia.
    Andate a vedere su QdE nella sezione Gs e leggetevi la discussione GS 2010 spegnimenti DOPO il richiamo della ruota fonica

  30. hugo

    2011/04/17 at 8:13 PM

    @ santoro crescenzo:
    caro raider ho anch’io un gs. 1200 marzo 2011, problema spegnimento motore in fase di scalata marce, portata in concessionaria una volta e mi cambiano un pezzo albero a camme, portata per la seconda volta e mi fanno la rimappatura a compiuter a motore caldo fino a 80°, continuo ad avere il problema. Questo problema tu l’hai risolto con con il controllo del lettore di fase (cambio lettore di fase) a quanto ho capito o altro?. In attesa grazie mille ciao

  31. Pingback: Il 15 e 16 Luglio, a Pesaro, per testare l'Öhlins Mecatronic per BMW R 1200 GS | Pianeta Riders

  32. Pingback: Rumors moto 2012: la nuova Triumph Trophy 1200 avvistata in Spagna | Pianeta Riders

  33. Pingback: Nuova BMW R 1200 GS Adventure Triple Black | Pianeta Riders

  34. Pingback: A proposito di Yamaha, dell'addio alla SuperBike e di un motociclismo che cambia stagione | Pianeta Riders

  35. giancarlo58

    2011/08/29 at 5:49 PM

    posseggo una gs 1200 30 anniversario e possibile che dopo il tagliando dei 2000 km ora ne ho 7800 abbia mangiato 2 kg di olio .alla bmw dicono che sono dentro ai parametri che la casa madre da .Non credo propio avendo gia avuto un gs1200 che non ne mangiava per niente. vorrei sapere se qulcuno ha il mio stesso problema. grazie 29/08/11

  36. Michele Pattarello

    2011/09/06 at 3:01 PM

    Ho provato la super tenerè e devo dire che non mi è dispiaciuta; ho trovato però un paio di difetti uno dei quali non proprio trascurabile.
    il 1° difetto sono le pedaline del freno e delle marce; le ho trovate parecchio scomode;
    il 2° difetto, secondo me quello più grave, è il radiatore laterale; ti cucina le gambe, soprattutto d’estate quando la temperatura è più alta.
    Un’altra cosa che non gioca a suo favore è il prezzo; con il rientro della mia CBF600S la tenerè la pagavo 10.700 € il GS 10.800€. A sto punto ho optato per il GS, se non altro per provare qualcosa di diverso delle giapponesi.

  37. Pingback: KTM Adventure 2012, Triumph Adventurer e Honda CrossTourer: ecco le nuove sfidanti per la BMW R 1200 GS | Pianeta Riders

  38. Pingback: Pirelli Scorpion Rally per le Maxi-Enduro che non temono l'off-road: in arrivo le nuove misure | Pianeta Riders

  39. Pingback: Silenziatore scarico MIVV Speed Edge per BMW R1200 GS: info, caratteristiche e prezzo | Pianeta Riders

  40. Pingback: BMW GS Attitude: il sito per gli appassionati della Maxi-Enduro bavarese (Video) | Pianeta Riders

  41. Pingback: KTM 1190 Adventure R 2013: l'avventura in Arancio si fa più massiccia | Pianeta Riders

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in Bmw