Connect
To Top

Ducati Monster 1100 vs Harley-Davidson XR 1200: mitologia del bicilindrico (video)



Così vicine così lontane. Ducati e Harley-Davidson: Anime differenti, modi opposti di intendere il motociclismo. Universi Riders che seppure agli antipodi si incontrano sul monte Olimpo della mitologia bicilindrica. Ed ecco allora l’idea di piazzare, l’una di fronte all’altra, la più europea delle americane, e l’italiana più amata dai centauri a stelle e strisce.

Harley-Davidson XR 1200 rappresenta una vera novità nel mondo delle “good vibrations” made in Usa, una street bike voluta dalla casa di Milwaukee per venire incontro ai gusti dei motociclisti d’oltreoceano: tutto il DNA  Harley-Davidson, col V-Twin da 1200cc e la coppia elevata (10,2 kgm a 3700 giri), in un mezzo ispirato al mondo delle dirt-track, adatto ad affrontare con disinvoltura le strade tortuose del vecchio continente. Una Sportster all’ennesima potenza che innova la tradizione di casa senza violarne lo spirito. Il V-Twin è veloce a salire di giri, con una piacevole erogazione dall’indole sportiva esaltata dalla rapportatura corta del cambio. Agile tra le curve (merito anche delle sospensioni ottimamente tarate), la XR 1200 ha una buona predisposizione alle pieghe, grazie ad una luce a terra che garantisce i 40° per parte, anche se predilige una guida rotonda senza troppe forzature in ingresso di curva.

Ducati Monster 1100 è il mito che si rinnova all’insegna della nuova stagione “monster” (inaugurata dall’entry level 696): leggero, agile, potente, fa un netto salto in avanti rispetto al modello precedente senza però snaturarne la filosofia che l’ha reso celebre nel mondo; posizione di guida un po’ lunga (ma comunque raccolta), tanto motore, e sospensioni tarate sul rigido come impone il DNA sportivo del suo blasone. Agilità assoluta, quindi, ed un bicilindrico ricco di coppia che spinge forte tra i 3000 e i 6000 giri per poi ridurre la propria verve e suggerire un cambio di marcia. È sui percorsi tortuosi che il Monster si esalta, un’arma micidiale nello stretto in grado di stamparti un bel sorrisone sotto al casco (un po’ meno nel misto veloce, dove il bicilindrico paga un allungo non proprio incontenibile).

In conclusione, due moto di grande fascino, dai linguaggi assai differenti, che rappresentano due proposte uniche ed intriganti in grado di rendere talvolta difficile la scelta tra l’una e l’altra: una personalità esuberante per il più performante Monster, ed un carattere d’oro per la XR 1200 che conquista con un temperamento docile quanto basta e spigliato quando serve, sebbene non in grado di reggere il confronto con l’italiana quando il gioco si fa duro. Due moto che ci piace immaginare lontano dai rigorosi limiti delle statali americane e libere di lasciarsi andare, con un pizzico di disinvoltura in più, sugli splendidi percorsi di casa nostra.

E adesso gustiamocele in azione nel bel video realizzato da Motorcycle.com

httpv://www.youtube.com/watch?v=Hx3xPrbQAA0


2 Comments

  1. Pingback: Honda VT750 Shadow S 2010: una Custom tutta da guidare | Pianeta Riders

  2. Pingback: Ducati Monster 1100 Titanium by Moto Corse | Pianeta Riders

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in Ducati